Come diventare Mental Coach, successo a Latina per il seminario informativo

Davide Paccassoni

Latina diventa un punto di eccellenza nell’ambito della certificazione per Mental Coach grazie alla collaborazione tra il gruppo che fa capo a Davide Paccassoni e la società di Milano, Mentral Training Italia. E’ stata un successo la serata informativa organizzata giovedì scorso nel lab di Davide Paccassoni in piazza Moro a Latina. Decine di persone hanno preso parte all’evento durante il quale è stata presentata la figura del Mental Coach, le potenzialità che la stessa offre sul piano della crescita personale, del business e del mondo dello sport. Proprio in questi giorni, infatti, sono aperte le iscrizioni al primo corso per ottenere la certificazione che si tiene nel capoluogo pontino grazie alla partnership tra Davide e la Mental Training Italia che, oltre ad offrire l’affiancamento e il materiale didattico attraverso l’attività online, mette in campo anche la competenza di Paccassoni che sarà figura di riferimento per i corsisti attraverso un affiancamento in loco proprio nella sede di Latina.

“Si tratta di una novità che abbiamo messo in campo proprio per la città di Latina – ha spiegato Alberto Biffi, amministratore della Mental Training Italia e docente alla Bocconi di Milano – grazie alle potenzialità che, siamo convinti, può esprimere la figura di Davide che sin dal primo momento ha dimostrato grande competenza, preparazione e forte empatia con le persone che hanno avuto la fortuna di seguire le sue attività. Stiamo avendo risultati straordinari in tutta Italia e Latina non è da meno, vista anche la nutrita presenza di persone e l’interesse che su questo territorio desta questo settore”. “Abbiamo raccolto questa sfida con forte entusiasmo – ha spiegato Davide a margine dell’evento di giovedì – e, con convinzione, possiamo senza dubbio dire di avere avuto ragione. Oggi la certificazione per Mental Coach è una realtà anche a Latina grazie a questa intuizione e al lavoro che insieme a Mental Training Italia stiamo facendo ormai da diversi anni”.

La serata è servita ai presenti anche per ascoltare le esperienze di alcune persone che hanno scelto, con l’aiuto di Davide, di diventare Mental Coach e di altre che invece hanno deciso di seguire uno dei corsi con l’unico obiettivo di una crescita personale, umana, lavorativa e più in generale professionale, anche nel campo sportivo. “La nostra attività va avanti – ha concluso Davide – anche con l’Academy, la Business School e l’affiancamento che facciamo con numerose aziende oltre alle attività e alle collaborazioni nel campo dello sport. Quello che conta, e posso dirlo dopo avere ascoltato le testimonianze di chi ha lavorato insieme al mio gruppo, è ascoltare il loro entusiasmo, il senso di realizzazione, la soddisfazione: è per questo che ho scelto di fare questo lavoro, è per questo che penso che il percorso per Mental Coach sia un valore aggiunto per ognuno di noi a prescindere dallo sbocco che decidiamo di dare a questa attività. Lavoro, crescita personale, poco importa. Conta mettersi in gioco e valorizzare le proprie potenzialità per chiedere alla vita quello che meritiamo di avere che spesso, posso garantirlo, può essere molto più di quello che otteniamo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti