Rose bianche per Martina e Alessia, consegnate a Cisterna le borse di studio Latinaknitcrochet

Assegnate oggi le borse di studio dedicate a Martina e Alessia, offerte dall’associazione Latinaknitcrochet con i fondi raccolti da tutta Italia attraverso la vendita ad offerta di 10mila rose bianche in uncinetto. La cerimonia di consegna delle borse di studio ha avuto luogo, questa mattina, presso la sala Zuccari del Comune di Cisterna: premiati Siria Riggi, Riccardo Iacobucci, Giada Burini, Francesco Marini, Alessio Pauri (dell’istituto comprensivo Plinio), Tommaso Cedroni, Vincenzo Palumbo, Ilaria Visini (istituto comprensivo Caetani).

Gli studenti, infatti, oltre ad un buon profitto scolastico, nell’arco dell’ultimo triennio, sono risultati autori di gesti esemplari per gentilezza e generosità come aiutare compagni con difficoltà nello studio, o diversamente abili, oppure aver favorito l’inclusione all’interno della classe.

“La società – ha detto la presidente di Latinaknitcrochet , Anna Bruno – ha bisogno di voi e di avere stimoli positivi. Voi sarete la futura società e per questo dovete essere di stimolo ed esempio per i vostri amici e compagni verso comportamenti positivi e di sostegno a chi è in difficoltà”.

A rappresentare l’amministrazione comunale il vice sindaco Vittorio Sambucci che ha elogiato l’associazione per la meritevole iniziativa che ha saputo trasformare un evento tanto drammatico in un gesto di rispetto verso il prossimo e speranza per un futuro migliore.

Presenti anche i dirigenti scolastici, tra cui Patrizia Pochesci ex dirigente dell’Istituto Leone Caetani che ha dato grande supporto all’iniziativa, i docenti e genitori degli studenti.

Ai compagni di classe di Alessia, oggi frequentanti le scuole superiori, sono stati donati una pergamena ed un libro, mentre quelli di Martina, frequentanti le prime classi della elementare, martedì trascorreranno un pomeriggio di animazione e merenda.

Infine è stato donato a don Livio Fabiani, della parrocchia di San Valentino frequentata dalle sorelle, del materiale per la realizzazione di un laboratorio artistico per bambini.

La restante parte del ricavato delle offerte raccolte dalle 10mila rose bianche, verrà utilizzata per nuove borse di studio per i prossimi due anni scolastici.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti