Aggressione a due agenti della Polfer, egiziano arrestato a Latina

Sul treno senza biglietto, sdraiato davanti alla cabina di guida: arrestato a Latina giovane egiziano dopo un’aggressione ai poliziotti.

E’ accaduto ieri sul regionale proveniente da Roma. Nel mentre il convoglio giungeva alla stazione di Latina, lo straniero, 18 anni appena, è stato ripreso dal personale ferroviario poiché la sua posizione davanti alla porta della cabina creava problemi di sicurezza. Ma il ragazzo ha subito alzato la voce assumendo un comportamento minaccioso, attirando così l’attenzione di due agenti della Polizia ferroviaria del Compartimento per il Lazio che, liberi dal servizio e in viaggio verso casa dalla stazione Termini, sono prontamente intervenuti.

Il ragazzo egiziano è stato fatto scendere dal treno allo scalo di Latina, ma una volta a terra lo stesso, nel tentativo di sottrarsi al controllo, ha aggredito violentemente il personale della Polizia Ferroviaria tanto che i due poliziotti hanno riportato lesioni curate poi in ospedale. L’aggressione subita ha quindi reso necessario da parte della coppia di agenti la richiesta di ausilio ad altre forze di polizia. Nella stazione, infatti, è intervenuta un’autoradio dei carabinieri che ha coadiuvato il personale della Polizia Ferroviaria nel trasporto del giovane straniero presso la Questura di Latina, dove è stato tratto in arresto e posto disposizione dell’Autorità giudiziaria.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti