Alba Run, diversamente abili in vacanza: nel sociale vince il Girasole

    È terminata domenica 1 settembre la vacanza de “Il Girasole aps”, associazione sportiva e socio culturale che da anni si dedica nel campo della disabilità.

    Tredici ragazzi, sono partiti per Padova e d’intorni, visitando luoghi d’interesse e praticando attività ricreative.

    Una settimana di lavoro ma anche di spensieratezza per tanti di loro che hanno vissuto l’esperienza di una vacanza / famiglia di gruppo. La città di Padova è una città, dove è facile muoversi a piedi con le sedie, strutture comunali attrezzate ad accogliere situazioni di disabilità senza farti incontrare ostacoli di genere, una vacanza piena di sorprese come la possibilità di assistere alla Traviata di Zeffirelli, in platea, uno spettacolo che ha regalato tantissime belle emozioni ai partecipanti.

    É per noi motivo di grande gioia affiancare il Girasole nelle sue nobili iniziative- afferma Davide Fioriello vice presidente nazionale di Opes- da anni seguiamo e sosteniamo questa associazione nei suoi progetti sul territorio pontino, come ente di promozione sportiva siamo sempre a sostegno del sociale e dello sport integrato, pronti a scendere in campo in prima linea per incentivare il diffondersi di tali iniziative. Complimenti a Patrizia Di Benedetto e a tutto lo staff de Il Girasole” .

    La gioia di donare è stato il denominatore comune dell’esperienza che ormai si realizza da ben 15 anni, la possibilità di realizzare tale esperienza ha visto l’ente di promozione sportiva Opes comitato provinciale di Latina, come un punto di fondamentale importanza, grazie soprattutto al suo contributo nel sostenere il progetto “In pista X crescere” divenuto nel corso degli anni noto come gara podistica “Alba Run”, che da due anni vanta della partecipazione di tantissimi runners e camminatori che prendono parte alla prima ed unica competizione in tutta la provincia di Latina.

    Un’esperienza, che i ragazzi aspettano con impazienza, è la loro vacanza, è il loro momento di svago. – afferma Patrizia Di Benedetto responsabile dell’associazione- Un grande grazie a tutti a chi ci ha aiutato con la gara, con il cui ricavato abbiamo abbattuto diverse spese e ai volontari che hanno partecipato donando il loro tempo ed entusiasmo. Vi aspettiamo il prossimo anno con la nostra gara …perché già è pronta la prossima avventura per i nostri ragazzi”.