Aspettando la Brexit, De Meo: non cambia nulla, al lavoro per il territorio

Salvatore De Meo in uno scatto di Massimiliano Ronzoni

Dovrà aspettare la Brexit, ma per lui non cambia nulla.

La prende con filosofia il sindaco di Fondi Salvatore De Meo a cui ieri è stata decretata la partenza differita per Bruxelles. Uno scherzetto di non poco conto, l’esponente pontino di Forza Italia, che alle europee del 26 maggio scorso ha fatto incetta di preferenze arrivando, nella circoscrizione Italia Centro, secondo solo ad Antonio Tajani, guarda avanti ponendosi di fronte alla scomoda posizione con il massimo della positività.

“Prendo atto del verbale dell’Ufficio Nazionale Elettorale presso la Suprema Corte di Cassazione – afferma De Meo – con cui si conferma l’attribuzione del secondo seggio alla lista di Forza Italia nella Circoscrizione Italia Centrale e pertanto la mia elezione all’Europarlamento, subordinando solo di alcuni mesi il mio insediamento a Bruxelles al completamento dell’uscita dall’Unione Europea del Regno Unito. Per me non cambia assolutamente nulla: mi sono candidato con spirito di servizio per dare un contributo a Forza Italia e dare ascolto alle esigenze dei territori e mi ritengo ampiamente soddisfatto proprio perché con l’esercizio del voto i territori hanno saputo dimostrare la propria forza ed esprimere una precisa indicazione in merito all’esigenza di cambiamento che da tempo si avverte e che continuerò a interpretare”.

“A nome mio e della squadra che mi ha affiancato nella recente ed entusiasmante campagna elettorale – dichiara il sindaco di Fondi – ringrazio per il risultato straordinario raggiunto i 22.813 elettori che scrivendo il mio nome sulla scheda elettorale hanno voluto dare fiducia alla capacità di ascolto e dialogo e alle proposte programmatiche che abbiamo messo in campo”.

L’azzurro De Meo promette che nel frattempo continuerà a portare avanti i suoi impegni nel Comitato Europeo delle Regioni e in Anci in favore dei territori e in qualità di sindaco di Fondi dedicherà ancora maggiori energie nel completamento di una serie di attività e progetti che gli daranno – afferma – ancora più forza nel momento in cui, nel prossimo autunno, si insedierà ufficialmente come parlamentare europeo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti