Calandrini in Senato, emozionato per l’insediamento e orgoglioso di rappresentare la comunità pontina

Nicola Calandrini

Domani è il giorno di Nicola Calandrini senatore. Si insedierà a Palazzo Madama subentrando a Marco Marsilio, eletto il 10 febbraio scorso a governatore d’Abruzzo. Un momento particolarmente atteso per l’esponente politico di Latina e per il suo partito Fratelli d’Italia, in crescita anche nella provincia pontina, collegio nel quale alle ultime politiche si è candidata ed è stata eletta come deputata la leader Giorgia Meloni.

“Mi insedierò in Senato come rappresentante della nostra comunità – ha dichiarato Calandrini -. Non nascondo l’emozione personale per il raggiungimento di un obiettivo importante per il mio percorso politico. Un’emozione che, oltre che mia, è di tanti altri, poiché io andrò in Senato, ma la mia voce sarà quella di tanti amici, tanti militanti del mio partito, tanti elettori, tanti cittadini che mi sono stati vicino e che hanno lavorato con me per il raggiungimento di questo risultato”. “In questi giorni – ha continuato il senatore – ho ricevuto attestati di stima da tanti, dagli stessi che hanno condiviso con me anche i momenti difficili. Ci tengo a ringraziarli tutti per la tenacia, per la costanza. La mia gente mi ha dato tanto, forse oltre il mio merito. Ringrazio i dirigenti del mio partito da Giorgia Meloni, che ha manifestato lealtà e senso di amicizia che mi hanno colpito, a Marco Marsilio,che sostituirò in Senato dopo la sua elezione alla guida della regione Abruzzo.
Sarò Senatore della Repubblica italiana con il vincolo di fedeltà al mio paese, con l’onore di rappresentare la mia gente, tutta, la mia comunità. Dentro le idee e i progetti, dentro le battaglie politiche che mi accingo a fare in Parlamento e che, da anni, faccio in città, in provincia e nel partito”. “Sarò a disposizione di tutti i cittadini, gli amministratori, le organizzazioni sociali. Per me stare in Senato è fare servizio e questo farò. Intendo incontrare tutti i sindaci per far sentire la mia vicinanza e la mia disponibilità per il bene di tutta la comunità”, ha concluso il senatore pontino.

Nicola Calandrini, nato a Latina il 5 novembre 1966, sposato con Ilaria Bragion, è padre di due figli, Lucrezia di 17 anni ed Edoardo di 14 anni. Libero professionista nel campo della consulenza aziendale, tributaria e commerciale, Calandrini ricopre la carica di consigliere comunale di Latina dal 2002, con due sole interruzioni dovute ad altrettanti commissariamenti dell’ente municipale. Attualmente è all’opposizione, dove resterà fino alla fine di questa consiliatura nonostante l’importante investitura a Roma, ed è capogruppo di Fratelli d’Italia, partito del quale è anche portavoce provinciale. Nell’ambito della sua lunga esperienza nell’assise civica del capoluogo pontino non ha mai ricoperto incarichi assessorili, assumendo invece la presidenza del Consiglio comunale dal 2006 al 2015. Grande conoscitore delle istituzioni e del funzionamento della macchina amministrativa, A Calandrini che si appresta a rappresentare la comunità e il territorio pontino in Senato, con il vincolo di fedeltà alla Repubblica, vanno le congratulazioni di LatinaCorriere.it.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti