Cisterna, arresti in flagranza per la rapina all’In’s. Coraggio e professionalità dei carabinieri nell’azione lampo

La brillante operazione anti-rapina, condotta ieri a Cisterna di Latina, ha mostrato grande coraggio ed elevata professionalità dei carabinieri intervenuti. E per questa ragione il colonnello Gabriele Vitagliano, comandante provinciale dell’Arma, oggi ha voluto pubblicamente ringraziare i militari per tramite del tenente colonnello Pietro Dimiccoli, presente alla conferenza stampa indetta per illustrare il risultato operativo dei due arresti nella flagranza del reato di rapina aggravata in concorso, in totale sicurezza degli avventori del supermercato In’s. Una scena da film, andata in onda non per caso. E questo è un altro motivo di plauso per i militari di Cisterna, diretti dal luogotenente Giovanni Santoro. Perché se erano lì, nei pressi del supermercato di via Rosselli, insieme ai colleghi della stazione di Cori, è grazie ai continui servizi di controllo del territorio e di prevenzione dei reati contro il patrimonio.

Il supermercato In’s, sprovvisto di telecamere e già oggetto di rapina, è stato considerato obiettivo “sensibile”, tanto da essere attentamente monitorato dai carabinieri del posto. Quasi un sorvegliato speciale, un esercizio commerciale da tenere bene a mente nei servizi di controllo soprattutto negli orari di chiusura. E così ieri i due rapinatori, volti già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati subito notati dai carabinieri presenti in zona e quando hanno abbassato il passamontagna ed estratto i coltelli dalla giacca gli uomini di Santoro e i colleghi di Cori erano pronti ad intervenire. Ma hanno aspettato che gli avventori scappassero fuori, per non metterli a rischio per un’eventuale imprevista reazione dai malviventi. Avuto campo libero, i carabinieri sono entrati proprio mentre i due puntavano i coltelli contro il cassiere, “convincendolo” a consegnare l’incasso. A questo punto i militari hanno intimato loro di gettare i coltelli e di sdraiarsi a terra. Uno dei due ha tentato la fuga, ma è stato subito bloccato dai carabinieri rimasti fuori.

Insomma, un’azione fulminea dalla precisione chirurgica, come ha detto il capitano Vincenzo Ruiu, comandante del Norm del reparto territoriale di Aprilia. Di seguito una breve video-intervista. In manette sono finiti un 29enne e un 24enne, entrambi di Cisterna, uno dei quali già sottoposto agli obblighi di polizia giudiziaria. I carabinieri ritengono che i due siano anche gli autori della precedente rapina ai danni dello stesso esercizio In’s. In corso approfondimenti, anche in relazione ad altre rapine commesse in zona.

Il capitano Vincenzo Ruiu, comandante del Norm del reparto territoriale di Aprilia, e il luogotenente Giovanni Santoro, comandante della stazione di Cisterna di Latina al centro della foto

LE VOSTRE OPINIONI

commenti