Cisterna, maltrattamenti sulla madre: la donna racconta in aula le violenze

    picchia i genitori

    E’ stata ascoltata in aula la donna di 73 anni che aveva denunciato il figlio per maltrattamenti. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina, Mario La Rosa, ha voluto sentire la vittima prima del dibattimento, per avere nero su bianco le dichiarazioni della 73enne.

    Una testimonianza commossa, quella di ieri, davanti anche al pubblico ministero Martina Taglione. Più volte la signora, di Cisterna, si è dovuta fermare ad asciugare le lacrime, mentre raccontava che il figlio 42enne l’aveva praticamente segregata in camera da letto. Qui era costretta a mangiare da sola, mentre la famiglia del figlio che abitava con lei, con la moglie e i nipoti, erano a pranzo. Sarebbero arrivati addirittura, sempre secondo il suo racconto, a costringerla ad espletare nella sua stanza anche i bisogni fisiologici.

    Il gip il 4 settembre scorso aveva disposto l’allontanamento dalla casa familiare, in qualche modo riconsegnando alla donna la sua casa e la sua vita.