Comune di Latina, acquisizione al patrimonio terreno di via Oslo: terzo atto

Il Comune di Latina torna all’attacco con una nuova ordinanza per l’acquisizione gratuita al patrimonio dell’ente di un terreno di via Oslo, in conseguenza della realizzazione di opere abusive.

Era il 19 aprile scorso quando fu pubblicata una prima ordinanza, contenente errori materiali sull’indicazione delle particelle catastali dell’immobile motivo per cui il 24 maggio fu annullata.

Oggi all’albo pretorio il terzo atto, con le particelle corrette, che dispone l’acquisizione di un terreno di 21mila metri quadrati e dei manufatti abusivi su di esso realizzati. Manufatti consistenti i locali al servizio di un campetto di calcio.

Il provvedimento, firmato dall’attuale dirigente del servizio Urbanistica del Comune di Latina, l’architetto Umberto Cappiello, è rivolto ai ai committenti delle opere abusive, residenti in via Oslo, agli amministratori del condomino di via Oslo, al proprietario del terreno in questione ai quali vengono dati 10 giorni di tempo per lo sgombero dei locali.

Il caso di abusivismo risale al 2010 quando il Comune emise un’ordinanza di demolizione. Nel 2012 il verbale di inottemperanza, nel 2018 l’applicazione delle previste sanzioni pecuniarie, nel 2019 l’ordinanza di acquisizione gratuita al patrimonio comunale, prima annullata e ora riconfermata.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti