Delfino morto a Sabaudia, cause al vaglio dell’istituto Zooprofilattico

Le cause del decesso del delfino spiaggiato a Sabaudia questa mattina saranno accertate dall’istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana. Lo fa da sapere l’Ente Parco nazionale del Circeo.

L’esemplare rinvenuto morto davanti all’Oasi di Kufra è un tursiope femmina di 3,05 metri di lunghezza.

Ai fini del recupero della carcassa sono intervenuti sul posto il direttore dell’Ente Parco Nazionale del Circeo, Paolo Cassola, la dottoressa Del Bove e il dottor Guarneri del Servizio conservazione dell’Ente Parco; il comandante della Stazione Parco dei Carabinieri Forestali, Alessandro Rossi, coadiuvato dal luogotenente Giuseppe Stolfa del Raggruppamento per la Biodiversità dei Carabinieri Forestali di Fogliano.

Il Parco ringrazia per la collaborazione prestata attraverso le maestranze e i mezzi necessari, il direttore dell’Oasi di Kufra, dottor Ponziani.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti