Dopo l’evasione dai domiciliari a Fondi, marito violento finisce in carcere

800 litri
Il carcere di Latina

Dopo l’evasione, marito violento finisce in carcere. Era stato arresto solo pochi giorni fa il 48enne di Fondi che si era fatto pizzicare in giro dalla Polizia quando dove stare confinato in casa per maltrattamenti nei confronti della moglie.

Il giudice ora ha disposto il carcere, accogliendo la richiesta di aggravamento della misura cautelare per il reato di stalking. Ora si trova nella casa circondariale di Latina. Il nuovo arresto è stato eseguito dagli agenti del commissariato di Polizia di Fondi.

La donna, stanca dei continui litigi con il marito, già dal mese di agosto, si era vista costretta ad abbandonare la casa familiare per andare a vivere con i genitori insieme al figlio minorenne.

Da quel momento l’atteggiamento del marito, nei suoi confronti, sarebbe diventato sempre più aggressivo, ingiurioso e a tratti violento, costringendo la stessa a sporgere diverse denunce e a chiedere più volte l’intervento della volante.

Le immediate indagini degli uomini del Commissariato di Fondi, hanno ricostruito l’intera vicenda, portando gli stessi a richiedere all’autorità giudiziaria un urgente provvedimento cautelare di natura personale, che è stato concesso ed eseguito nel mese di settembre, con la sottoposizione dell’uomo agli arresti domiciliari.

Malgrado ciò, lo stesso si sarebbe reso protagonista di ulteriori atti di aggressione e violenza nei confronti della moglie, tanto che il 19 novembre è stato arrestato in flagranza di reato per evasione dagli arresti domiciliari.

Nel frattempo è stato chiesto al Giudice di Latina di aggravare la misura cautelare in corso, accertata la sua inidoneità a garantire la sicurezza della donna. L’istanza è stata accolta.