Due rapine in 2 ore con il machete: il gup respinge il patteggiamento

furti in villa

Con un machete avrebbero rapinato il minimarket Gran Risparmio a Pontinia e due ore dopo il Conad di Borgo Sabotino, a Latina, il 24 novembre 2018. Oggi, a distanza di un anno, il giudice del tribunale di Latina Giuseppe Cario ha respinto per i due arrestati per quei colpi, Pino De Paolis ed Emilio Monti, la richiesta di patteggiamento.

I due indagati, difesi da Alessandro Farau, Emanuele Farelli e Alessandro Paletta, saranno quindi giudicati in immediato, possibile quando c’è l’evidenza della prova. I difensori avevano proposto il patteggiamento a 3 anni per uno e 2 anni e 4 mesi per l’altro, ma il gup si è opposto. Ha fissato quindi la data del 14 gennaio 2020 per l’inizio del processo davanti al secondo collegio del tribunale di Latina.

I due avevano seminato il panico entrando con un machete. Clienti e dipendenti erano infatti terrorizzati all’arrivo della polizia. Gli investigatori della squadra Mobile di Latina e i carabinieri di Pontinia avevano raccolto le testimonianze e poi visionato le telecamere del sistema di videosorveglianza. In breve tempo erano riusciti ad identificare i presunti responsabili che erano finiti in carcere.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti