Evacuazione a Formia per la bomba, macellai Federcarni solidali

Macellai pontini solidali. Nella difficile giornata di domenica, quando un’intera comunità nel sud pontino è stata evacuata per consentire il disinnesco e il brillamento di una bomba della seconda guerra mondiale, Federcarni provinciale di Latina ha voluto offrire il proprio contributo volontario per consentire alle migliaia di sfollati di avere un pasto durante le ore difficili dello sminamento. E così, nei “campi” allestiti a Formia e a Gaeta, alcuni macellai di Federcarni hanno servito pasti a circa settecento persone. Le macellerie di Mara Labella e di Enzo Pacilli di Sermoneta hanno collaborato con i colleghi del sud pontino per alleviare la difficile giornata di domenica a quanti sono stati costretti a lasciare le loro abitazioni. Proprio Mara Labella, presidente di Federcarni Latina intende ringraziare Confcommercio nella persona del presidente Acampora e del direttore Di Cecca, oltre ai presidenti di Formia e Gaeta Giovanni Orlandi e Lucia Vagnati e ai loro direttivi, alla vice presidente di Gaeta Paola Guglietta, alla vice presidente del Terziario Donna Francesca Capolino, a Francesco Conte, Salvatore Di Fonzo, Orlando Di Mario, Pasquale Curcio, Antony Reale e tanti altri, che sono scesi in campo operativamente con grande capacità, generosità, dedizione e impregno nel perseguire gli obiettivi anche solidali dell’associazione di categoria.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti