Femminicidio a Cisterna, fissato interrogatorio. Una veglia per Elisa

Trabacchin

Sarà ascoltato domani, 12 giugno, dal giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota, Fabio Trabacchin, l’uomo che ha confessato di aver ucciso la moglie con un martello. Elisa Ciotti aveva 35 anni, con loro in casa c’era la figlia di 10 anni che potrebbe aver assistito al delitto e che poi ha trovato la mamma morta sul letto.

E’ stata lei a dover chiamare qualcuno, un parente che poi ha avvisato il 118 e i carabinieri.

Trabacchin è tornato nella villetta a schiera, in via Palmarola, a Cisterna, soltanto verso le 9.45 dopo aver vagato nelle campagne per qualche ora. Subito è stato visto dai militari che hanno portato avanti le indagini e portato in caserma. Qui ha parlato a lungo cercando di ricordare ogni momento e alla fine confessando l’omicidio.

Domani si presenterà dal gip assistito dagli avvocati Luca Melegari e Leone Zeppieri, e potrà avvalersi della facoltà di non rispondere oppure parlare con il magistrato.

Questa sera invece, 11 giugno, alle 21, si terrà una veglia di preghiera per Elisa nella chiesa di San Francesco, a Cisterna.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti