Gaeta, al via i test sierologici. Mitrano: “Ho il terrore del 4 maggio”

Cosmo Mitrano

Sono partiti questa mattia i test sierologici a Gaeta. A volerli fortemente è stato il sindaco Cosmo Mitrano, intanto per le persone a rischio. Intanto per i dipendenti comunali.

L’esame del sangue individua gli anticorpi che si sviluppano in caso di malattia Covid-19 in atto o pregressa, riuscendo a fornire così una mappa dei contagi.

E’ stato il sindaco a sottoporsi al primo test nell’ambulatorio comunale del Bambino Gesù.  “Si tratta di un test – ha detto – per verificare chi è stato a contatto con il virus e questo ci aiuterà ad avere una mappatura, utile anche per capire quali provvedimenti da prendere nella Fase 2. I primi dipendenti comunali a fare l’esame saranno i più esposti e quindi gli agenti della polizia locale, seguiranno gli impiegati del front office, le assistenti sociali e così via”.

Il primo cittadino è preoccupato per la Fase 2. “MI auguro – ha spiegato – che al più presto la Regione Lazio estenda questi esami a tutti i cittadini, soprattutto adesso che verranno allentate le restrizioni della Fase 1. Ho il terrore del 4 maggio perché ho paura che i cittadini diano per scontata la fine dell’emergenza, ma non è così. Dobbiamo continuare a tenere alta l’attenzione e a prendere provvedimenti che tutelino la salute pubblica”.