Il PalaBianchini si anima con Giocagin e con il ricordo di Natalino Nocera e Daniele Nardi

Non è cosa da tutti i giorni riempire gli spalti del PalaBianchini e portare ad esibirsi ben 764 atleti. Ci è riuscito l’Uisp di Latina sabato pomeriggio, regalando alla città la 25esima edizione della “Festa delle Ginnastiche”. Uno spettacolo ottenuto con il coinvolgimento delle scuole e delle associazioni sportive, della provincia e non solo. Una grande vetrina introdotta da un momento a dir poco emozionante, quello del ricordo dell’indimenticato Natalino Nocera, venuto a mancare lo scorso 25 dicembre: ha parlato di lui in apertura di manifestazione il presidente del comitato territoriale Domenico Lattanzi, e al suo discorso ha fatto seguito un lungo e caloroso applauso che ha testimoniato tutto l’affetto e la stima dell’intero ambiente sportivo per il fondatore dell’Uisp di Latina. Sabato c’era però un altro personaggio al quale dedicare applausi ed emozioni, proprio nel giorno dell’ufficializzazione della triste notizia arrivata dal Nanga Parbat: Daniele Nardi, lo sfortunato alpinista setino tesserato Uisp, amico di famiglia per tutti i componenti del Comitato.

 

EMOZIONI E RINGRAZIAMENTI DEL PRESIDENTE LATTANZI Andrea Giansanti e Domenico Lattanzi, presidente regionale e presidente provinciale dell’Uisp, hanno espresso cordoglio e vicinanza alla moglie, al figlio e ai genitori dell’alpinista di Sezze, iscritto all’Uisp e affiliato con il suo “Mountain & Freedom” al Comitato Territoriale. La notizia dell’interruzione delle ricerche sul Nanga Parbat, in Pakistan, è arrivata durante lo svolgimento del Giocagin. Sono stati momenti di grande commozione per Lattanzi, comunque soddisfatto della risposta del pubblico e dello spettacolo offerto dagli atleti: “Ringrazio tutte le associazioni che hanno contribuito alla bellissima Kermesse. Una perfetta organizzazione curata dalla professoressa  Eleonora Mancini con la preziosa collaborazione  delle insegnanti Anna Lungo, Marina Massetti ed Elisa Morazzano. Doveroso ricordare anche l’Amministrazione comunale e gli sponsor che ci permettono tutto questo: Icar Renault, Sport 85 e Mapei. Grazie a loro portiamo avanti i nostri eventi e grazie a loro stiamo organizzando un’importante nuova edizione di Vivicittà, per il 31 marzo”.

ESIBIZIONI E PARTECIPANTI

La festa è iniziata con 110 bambini della prima elementare del Comprensivo Rodari di Latina, che insieme alle loro maestre hanno presentato un’allegra e colorata coreografia sulle note di Mama Africa.

A seguire El Sol Caliente ha emozionato il pubblico per la numerosità e per l’età dei partecipanti, 70 donne tra cui una over 80 e tre uomini.

Hanno eseguito una coreografia con energia e un pizzico di ironia, dimostrando che non c’è limite di età per l’attività motoria. Subito dopo singolare coreografia di danza e acrobatica di un gruppo di bambini e di adolescenti dell’associazione Girodanza. E’ stato poi il momento dell’associazione A.S.D. Studio Danza e della polisportiva Pontina (G.Artistica), alle quali ha fatto seguito un’esibizione a corpo libero dell’Astrea, con 50 bimbe di 5 e 6 anni. Applausi anche per le piccole protagoniste della G.R. Uisp, per l’A.S.D. La Girandola e per l’istituto comprensivo Velletri nord, preparati dalla stessa insegnante. Giocagin ha offerto una bella ribalta anche alle associazioni di ballo Magia Dance e Marina Dance, mentre grande spettacolo è arrivato con l’esercizio di ginnastica aerobica delle 140 alunne del Manzoni, brave a trattare il tema della diversità come valore: il tutto è stato preceduto dalla lettura di una poesia di Renè Philombe, un inno all’accoglienza e all’inclusione, a pochi mesi dall’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Spettacolare anche il flash mob presentato da 100 alunne del Liceo Classico Alighieri, eseguito sulla colonna sonora del musical Grease. La loro partecipazione è stata possibile grazie al progetto presentato dall’associazione d’@rte Alighieri. Di grande impatto emotivo il finale, con tutti gli atleti in campo sulle note di “We will rock you” dei Queen. Una pirotecnica chiusura all’insegna degli slogan principali dell’Uisp, Sport per Tutti e Solidarietà.

 

IL COMMENTO DELLA RESPONSABILE TECNICA

Grande soddisfazione è stata espressa da Eleonora Mancini, responsabile tecnico dell’evento: “Sono molto contenta per la riuscita della manifestazione, per l’elevato numero degli atleti partecipanti, per il pubblico numeroso e per la partecipazione attiva dello stesso fino al termine dell’evento. Le tematiche affrontate e le modalità usate nella preparazione delle coreografie hanno dimostrato una particolare sintonia con le finalità dell’associazione”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti