Karate, le medaglie dei ragazzi di Sakura Latina al Campionato Italiano Agonisti Fesik

Si è svolto nello scorso weekend il Campionato Italiano di Karate della Fesik, dedicato alle categorie di atleti da 15 anni in su.

A partecipare in rappresentanza della provincia di Latina la scuola di karate della Sakura, capitanata dal Direttore Tecnico Sabrina Tucci, cintura nera quinto dan.

Il dojo latinense si è presentato con 8 atleti ed è ritornato con otto prestazioni da podio.

Nella categoria cadetti notevole l’exploit compiuto dal sedicenne Davide Polese, all’esordio in un campionato italiano e in grado di conquistare tre medaglie: nel kata individuale, nel kumite e nel kumite a squadra. Meno fortunata la sua compagna di allenamento Chiara Borrelli, esecutrice comunque di una buona prova.

La squadra di kumite composta da Francesco e Federico Lampini, insieme a Davide Polese, ha regalato notevoli emozioni al gruppo pontino, riuscendo ad avanzare fino alla finale. I tre atleti della Sakura si sono alternati nelle vittorie dimostrando grande spirito di squadra ma soprattutto un notevole talento tecnico. Compatti e motivati, i tre longilinei atleti della Sakura si sono laureati vice-campioni italiani nella specialità del combattimento, categoria cadetti.

Nel combattimento, Francesco Lampini, riusciva a conquistare la vittoria nella Coppa Italia dopo cinque sudati incontri. La Coppa Italia è il torneo disputato tra i quattro atleti che vengono eliminati nei quarti di finale del Campionato Italiano. Suo fratello Federico doveva invece accontentarsi della medaglia di bronzo. Risultato che lascerà la voglia di rifarsi a questo giovane ma talentuoso atleta, alla sua prima gara da Cadetto. Sfortunata sorte spettava al capitano del gruppo, Roberto Coletti, che doveva arrendersi ad un avversario dal temperamento molto aggressivo, che neutralizzava il seppur ottimo stato di forma dell’atleta di Latina.

Bellissime le prestazioni degli specialisti della forma, Davide Castaldi e Roberta Pettinicchio. Entrambi riuscivano ad entrare nelle finali delle loro categorie, rispettivamente Junior (18/20 anni) e Senior (21/35) di sole cinture nere, ovviamente categorie di tutto rispetto, con veri e propri atleti professionisti. Castaldi riusciva a sfiorare la triade dei migliori, mentre la Pettinicchio doveva cedere il passo a sette atlete più quotate. La conquista della finale permetteva loro di eseguire due prove e di mettere in mostra il loro prezioso bagaglio tecnico, arricchito di una personalità che con il tempo e l’esperienza non potrà che migliorare.

Dulcis in fundo, nella categoria Veterani l’oro arrivava da Simona Zanconato, che con facilità conquistava il titolo più prestigioso, nella categoria da cintura bianca a verde, da 21 anni in su.

Di seguito il riepilogo delle prestazioni:

CAMPIONATO ITALIANO KATA
1º kata 21/99 anni Cintura da Bianca a Verde Simona Zanconato
2º kata 15/17 anni Cintura da Bianca a verde Davide Polese
4º kata 18/20 anni Cinture Nere Davide Castaldi

CAMPIONATO ITALIANO KUMITE
2º posto 15/17 anni blu/nera Team Lampini, Polese, Lampini
3º posto 15/17 anni Cintura da Bianca a Verde -65 kg Davide Polese
3º posto 15/17 anni Cintura da Bianca a Verde +65 kg Federico Lampini

COPPA ITALIA

4^ kata 21/35 anni Cinture Nere Roberta Pettinicchio
1° kumite 15/17 anni Cinture Blu e Marroni +65kg Francesco Lampini

LE VOSTRE OPINIONI

commenti