La Lega si struttura per governare a Latina e in tutta la provincia

Il tavolo della conferenza stampa della Lega

La Lega si struttura per governare a Latina, a Terracina e nelle altre città della provincia prossime al voto.

Da un consenso del 3% a primo partito in soli tre anni. La Lega pontina ha celebrato oggi nel corso di una conferenza stampa tenuta a Latina, presso l’hotel Tirreno, il successo incamerato grazie a “militanti passionali” che si sono spesi per un’idea e un progetto in cui credere. Un successo che, se nelle ultime elezioni europee ha consentito al carroccio pontino di chiudere la filiera, ora impone risposte sul territorio, a carattere amministrativo di buon governo, che sappiano ripagare la fiducia espressa dagli elettori.

Presenti al tavolo Federica Censi, che ora è entrata a far  parte del direttivo provinciale e regionale della Lega, il nuovo coordinatore comunale Armando Valiani, il nuovo coordinatore provinciale Silviano Di Pinto, il responsabile per gli enti locali Andrea Nardi, il coordinatore dei giovani della Lega Marco Maestri, l’onorevole Francesco Zicchieri, coordinatore regionale del partito, il consigliere regionale Angelo Tripodi e non ultimo il neo eurodeputato Matteo Adinolfi.

Il partito è cresciuto, continuerà a cresce e per questo ha bisogno di “organizzatori”. La Lega pontina, è stato spiegato, si è affidata per questo a Valiani e Di Pinto, che non provengono dalla politica, ma che sono apprezzati in ambito sindacale e professionale e che nella loro esperienza lavorativa hanno espresso competenze e capacità per fissare obiettivi e perseguirli in modo organizzato utile al partito affinché la “macchina” non sfugga di mano.

“Della serie i numeri ci sono per governare ovunque – ha detto Adinolfi -; siamo passati da due consiglieri nel 2016 in tutta la provincia, io a Latina e Zicchieri a Terracina, all’elezione del 2018 del consigliere regionale Tripodi, di Zicchieri e Durigon alla Camera, con incarico al Governo come sottosegretario per Durigon. Nel frattempo abbiamo rappresentanza in consiglio provinciale e in ormai tutti i consigli comunali di tutta la provincia. Governeremo dappertutto. In questa fase abbiamo bisogno di un’organizzazione importante e per questo ci siamo affidati a Valiani e Di Pinto”.

Adinolfi ha introdotto i temi europei che passano attraverso le commissioni di cui l’europarlamentare pontino è entrato a far parte: budget, controllo di bilancio e industria. “La Lega in Europa è al centro della battaglia per la tutela del made in Italy. In commissione industria con me ci sarà il territorio pontino”.

La strutturazione del partito non prescinde dai temi. Lo ha detto Zicchieri, parlando delle questioni nazionali e soprattutto regionali/locali, sanità, rifiuti e infrastrutture, attaccando l’amministrazione di Nicola Zingaretti per le pessime condizioni in cui gli operatori degli ospedali del Lazio si trovano a prestare servizio (ortopedici del Fiorini, 18/20 ore consecutive in sala operatoria), per aver trasferito i rifiuti della capitale sui territori provinciali (la polvere sotto il tappeto), l’immobilismo mostrato per la realizzazione dell’autostrada Roma-Latina (ieri il deputato ha detto di essere partito alle 17 da Roma e di essere arrivato a Terracina alle 21.30).

Temi cari al consigliere Tripodi che proprio in questi giorni ha riportato nel dibattito della Pisana la realizzazione di un nuovo ospedale a Latina “provocando” l’apertura di un tavolo con la conferenza dei sindaci, sollecitando la chiusa del ciclo dei rifiuti di Roma Capitale e risposte certe sul futuro dell’autostrada.

Ce ne è abbastanza per un avviso di sfratto a Zingaretti, ma anche per il sindaco del capoluogo pontino “che dovrebbe avere il coraggio – ha detto Zicchieri – di scusarsi con i cittadini e ridare loro la facoltà di scelta”. “Noi a Latina siamo pronti a governare  ma dialogheremo e ci confronteremo col centrodestra. Ho un rapporto ottimo coi coordinatori regionali di Fratelli d’Italia e Forza Italia. Sono certo che troveremo la sintesi. L’esperienza Coletta va archiviata al più presto perché sta creando danni immensi al territorio”.

Per quanto riguarda le future elezioni di Terracina, dove “il sindaco ha tradito i suoi elettori non portando a termine il suo mandato”, la Lega di Zicchieri è già al lavoro: “Con il carroccio ci saranno alcune liste civiche. Poi si vedrà”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti