Latina, case popolari al Pantanaccio consegnate senza allacci. Savastano: scaricato sugli inquilini il servizio di guardiania

CasaPound Latina torna sull’emergenza abitativa. Ieri alcuni inquilini assegnatari degli alloggi di Porta Nord, alle prese con gli allacci, sono stati invitati in Comune per avere un aggiornamento sulla problematica tutt’altro che trascurabile, senza però avere la possibilità di interfacciarsi con gli assessori. Una circostanza che ha spinto il referente di CasaPound di attaccare nuovamente Latina Bene Comune: “Gli assessori si sono elegantemente defilati – afferma Marco Savastano – Ecco quelli di Lbc, senza vergogna e senza il coraggio di metterci la faccia”.

“Proprio ieri – ricorda Savastano – avevamo espresso soddisfazione per la consegna delle nuove case popolari di Via Pantanaccio, avvenuta in pompa magna il 15 febbraio con tanto di foto. Peccato che siamo venuti a sapere dai nuovi assegnatari che dopo venti giorni le case non hanno ancora gli allacci dell’acqua e della luce, il che impedisce agli invalidi di usufruire dell’ascensore – incalza Savastano -. Ma la cosa più sconcertante è che probabilmente si sono consegnate le case con il solo scopo di risparmiare quei 7000 euro al mese che il Comune pagava per il servizio di guardia. In sostanza hanno preferito lasciare le stesse famiglie al buio e senza acqua a controllare che le case non venissero occupate. Alcuni degli inquilini invitati ieri in Comune per ricevere notizie non hanno trovato gli assessori, che a quanto pare si sono elegantemente defilati.”

“A questo punto – conclude Savastano – chiediamo chiarezza e risposte immediate perché questo modo di agire offende la dignità di queste famiglie “.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti