Latina, Miele: “Identità e Futuro, spazio aperto a chi ama la città”

    Giovanna Miele

    La consigliera Giovanna Miele ideatrice del “Laboratorio Identità e Futuro“, presentato venerdì scorso a Latina, si dice molto soddisfatta della partecipazione dei cittadini all’evento e degli attestati di stima ricevuti successivamente.

    “Tante persone hanno compreso lo spirito di apertura che il Laboratorio persegue – ha detto Miele -. Questo non può che farmi piacere e darmi la carica per proseguire con maggiore impegno. Però è anche necessario fare alcune puntualizzazioni sull’iniziativa, soprattutto per quel che concerne il ruolo dei partiti in essa. Il laboratorio Identità e Futuro è un luogo in cui si farà programmazione politica. Un Laboratorio aperto alla collaborazione con associazioni, movimenti, cittadini. Il tutto trasversale, senza appartenenze partitiche”. 

    “Per questo faccio un appello ai cittadini, alle associazioni, anche ai movimenti civici che intendono impegnarsi per Latina: il Laboratorio Identità e Futuro – spiega Miele – è aperto a tutti, inclusivo, partecipato, voglioso di condividere un percorso con coloro che credono nella politica. La diversità di idee è positiva perché dal confronto possono nascere le proposte migliori. Il futuro di Latina non dovrà essere definito all’interno di una stanza con quattro mura, ma in uno spazio aperto dove le idee si ritrovano, si confrontano, si rielaborano e danno vita a proposte che possano concretamente risolvere i problemi della città”. 

    “Come cerco di spiegare attraverso questa nuova iniziativa, dobbiamo smetterla di pensare alla politica mettendo davanti i personalismi – afferma Miele -, perché l’unica cosa che deve interessarci è la città, è Latina. Il Laboratorio è uno spazio per la politica che mette al centro di tutto il cittadino e la Città di Latina. Io porto al suo interno la mia esperienza di moderata e liberale. Spero che nel Laboratorio possano entrare sempre più figure vogliose di dare un contributo importante mettendo a disposizione della città competenza e passione, al fine di dare vita ad un percorso virtuoso con associazioni e movimenti spontanei  portatori di una visione sana e inclusiva della politica e della città. Credo che i partiti, in un momento storico così complicato, se vogliono tornare ad essere un riferimento per la cittadinanza, debbano loro stessi a doversi aprire alla società civile”.

    “Identità e Futuro sarà il luogo del confronto delle idee per dare un programma a Latina in vista delle comunali del 2021, per risolvere gli annosi problemi che la città ha davanti e che sono aumentati e peggiorati negli ultimi anni”, conclude la consigliera comunale e provinciale.