Lepini, molestata dallo zio: oggi in aula parla la madre della vittima

Molestata dallo zio quando non aveva ancora compiuto 10 anni. Con questa grave accusa, violenza sessuale ai danni di un minore di 14 anni, è a processo un uomo di 46 anni residente in uno dei paesi dei Monti Lepini, dove nel 2011 sarebbero avvenuti i fatti.

Il procedimento penale si sta svolgendo davanti al collegio del tribunale di Latina e questa mattina, nell’aula della Corte d’Assise è stata sentita la madre della vittima. La donna ha ripercorso in particolare il momento in cui la piccola le avrebbe confessato gli abusi subiti da parte dello zio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo – difeso dall’avvocato Livio Della Nova – l’avrebbe toccata e le avrebbe leccato le parti intime nell’estate del 2011. Avrebbe già messo in atto comportamenti del genere precedentemente, perché sarebbe gravato da una recidiva reiterata e infraquinquiennale.

Oggi è stata ascoltata anche una delle assistenti sociali che hanno seguito la famiglia della presunta vittima, che ha specificato come la bambina raccontasse gli episodi in cui ha subito violenza in maniera molto nitida, con dettagli che difficilmente potrebbero venire in mente ad una bambina se non li avesse vissuti.

Ora la ragazzina vive in una casa famiglia. L’udienza è stata rinviata al 6 maggio 2020.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti