Medici e infermieri aggrediti a Latina e Fondi, Calandrini interroga il ministro

Il senatore Nicola Calandrini e nel riquadro il ministro Giulia Grillo

Medici e infermieri aggrediti negli ospedali di Latina e Fondi: scatta l’interrogazione del senatore pontino Nicola Calandrini, di Fratelli d’Italia, rivolta al ministro Giulia Grillo.

Il parlamentare di Latina fa riferimento al Protocollo ministeriale del 2005 in base al quale al verificarsi di gravi episodi sono previsti interventi per la valutazione delle cause al fine di prevenire il ripetersi degli stessi.

“E’ necessario ricordare – afferma Calandrini – che il Presidio di Pubblica Sicurezza dell’ospedale di Latina lamenta diverse criticità dovute al suo trasferimento dall’interno dei locali del Pronto Soccorso all’entrata del nosocomio. Perciò è fondamentale sapere se esista un presidio costante delle Forze dell’Ordine che nel corso dell’intera giornata garantisca adeguata tutela dell’incolumità dei lavoratori e dei malati e anche quante siano le unità di personale in servizio. È inaccettabile, infatti, che un luogo che dovrebbe prestare cure ad ammalati e alleviarne le sofferenze, possa diventare terra di nessuno e di violenza gratuita”,

“Alla luce del Protocollo ministeriale del 2005 – conclude – sarebbe importante conoscere se il ministero abbia attivato le procedure previste per individuare le cause che hanno contribuito al verificarsi dei gravi episodi, e quali misure sono state prese per evitare il ripetersi di altri casi simili”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti