Latina, anziano picchiato in casa alla Chiesuola: allarme rapine

Allarme rapine in località Chiesuola a Latina: anziano picchiato, caccia agli aggressori. La ricostruzione dei fatti è al vaglio delle forze dell’ordine subito intervenute in strada del Saraceno, dove l’anziano è stato soccorso intorno alle 13.30.

In base ad alcune testimonianze raccolte dal comitato della Chiesuola, questa mattina nei pressi della Motorizzazione si sarebbero verificati almeno due tentativi di “ingresso” in altrettante abitazioni da parte di sedicenti dipendenti dell’Enel che, con delle carte in mano, chiedevano di verificare le bollette dell’energia elettrica. Alle 11.30, i due – entrambi di giovane età – sono stati messi in fuga dal cane della proprietaria di casa, titubante se aprire o meno il cancello, che ha iniziato ad abbaiare e ringhiare. La “visita” è stata tentata nuovamente in un’altra abitazione a poche centinaia di metri di distanza. In questo caso la proprietaria di casa, anziana, non ha aperto la porta su suggerimento della nipote, presente in casa. Poi l’allarme in via del Saraceno.

I due episodi potrebbero essere collegati con l’aggressione all’anziano. Un aiuto alle indagini in corso potrebbe arrivare dalle immagini delle telecamere del distributore Tamoil, sito nelle vicinanze della Motorizzazione, dove due ragazzi questa mattina, risultati somiglianti ai sedicenti dipendenti dell’Enel, hanno parcheggiato una Peugeot 106 di colore bianco, ripartita intorno ad ora di pranzo.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti