Minaccia di strangolare la madre per soldi, condannato a 2 anni e 2 mesi

picchia i genitori

Minaccia e cerca di strangolare la madre per costringere i genitori a consegnargli denaro. Oggi Rosario G., 36 anni, di Latina, è stato condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione per tentata estorsione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Davanti al giudice Giorgia Castriota il pubblico ministero D’Angeli, ha chiesto per l’imputato, che ha scelto il rito abbreviato, 3 anni e 4 mesi di reclusione. Dopo la discussione dell’avvocato, Amleto Coronella, L’uomo è stato condannato a una pena più lieve.

L’episodio risale al 16 agosto 2019, quando urlando aveva messo una mano sul collo della madre, come per strangolarla, per costringerla a consegnargli una somma di denaro. Non riuscendo nell’intento per l’opposizione della donna che si era divincolata. Non pago all’arrivo delle forze dell’ordine si era accanito contro gli operanti, cercando anche di colpirli al volto con un pugno.