Parcheggi a pagamento a Latina, ancora una proroga all’Atral

Uno dei parcometri installati a Latina

Tutto rinviato per il nuovo servizio di parcheggi a pagamento a Latina. Il Comune ha proceduto con un’altra proroga tecnica all’Atral, da oggi fino alla fine del 31 ottobre prossimo. Il motivo? L’ultimo ricorso al Tar, contro l’aggiudicazione alla ditta Ati Sct Sistemi di controllo traffico srl – Engie Servizi spa, promosso dalla terza ditta classificata, la . Segnaletica Industriale Stradale srl, sarà discusso il prossimo 16 ottobre.

Una gara, quella della sosta a pagamento per il capoluogo pontino, funestata da ritardi e ricorsi, non ultimo quello della Schiaffini Travel, socio di maggioranza dell’Atral, vecchio gestore. Il Tar ha prima sospeso, con atto monocratico, e poi dichiarato inammissibile il ricorso.

La determina a contrarre da parte del Comune di Latina risale al 27 dicembre 2017. Valore complessivo della concessione 8.750.000 euro, suddiviso per tre annualità.

“Una serie di circostanze verificatesi all’approssimarsi della naturale scadenza contrattuale e, anche successivamente alla medesima – spiega Francesco Passaretti, dirigente del servizio Polizia Locale e trasporti, nella determina di proroga all’Atral fino alla fine del prossimo ottobre -, hanno imposto di posticipare l’approvazione degli elaborati da porre a
base di gara, dal ché si è reso necessario addivenire ad alcune proroghe tecniche della concessione in scadenza al 31 gennaio 2018”.

L’anno passa con quattro proroghe, poi arriva il 2019 quando la gara viene finalmente aggiudicata il 20 marzo. Ma inizia la stagione dei ricorsi e la conseguenza nuova stagione di proroghe tecniche compresa quella di tre mesi e mezzo fino al 31 ottobre 2019.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti