Piano emergenza e protezione civile, a Sabaudia l’ok del Consiglio

Il Consiglio comunale di Sabaudia ha approvato all’unanimità dei presenti il Piano di emergenza e di protezione civile. Il documento racchiude i riferimenti normativi e operativi che permetteranno di intervenire in modo valido in base ai vari scenari di rischio, consentendone l’adeguata gestione dell’emergenza sul territorio comunale.

Il piano è costituito dalla descrizione di tutte le attività coordinate e di tutte le procedure che dovranno essere adottate per fronteggiare un evento calamitoso, in modo da garantire l’effettivo ed immediato impiego delle risorse disponibili e necessarie al superamento dell’emergenza ed il ritorno alle normali condizioni di vita.

“Il Pec, Piano di emergenza comunale rappresenta un importante punto di riferimento nella gestione delle calamità da parte degli organi competenti – ha dichiarato il comandante della Polizia Locale Alessandro Leone – soprattutto in un momento storico come questo in cui il verificarsi di tali contesti sta divenendo purtroppo quasi ordinario. Ragione per cui vi è la necessità per l’Ente di dotarsi di uno strumento operativo che permetta la condivisione e un coordinamento strategico delle attività necessarie per affrontare e gestire l’emergenza in tempi celeri e con fluida operatività. Una fondamentale novità introdotta con l’approvazione di questo Piano è la protezione dei minori ovvero tutte quelle attività da porre in essere in caso in cui siano coinvolti in situazione di rischio”.

Il Piano di Protezione civile comunale è suddiviso in quattro parti fondamentali: quadro territoriale; scenari di rischio e sistema di allertamento; lineamenti della pianificazione e modello di intervento in cui si assegnano le responsabilità e individuano le zone di emergenza.

“E’ di primaria importanza condividere i contenuti del Piano di Protezione civile – ha osservato il consigliere con delega alla sicurezza Saverio Minervini – con la cittadinanza perché contiene gli indirizzi e le linee guida rispetto alle procedure da eseguire e rispettare in momenti di crisi dove il senso di collaborazione tra Amministrazione, cittadini e forze d’intervento determinano la sicurezza di ognuno di noi”.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti