Pioggia a catinelle e un vento da far paura: danni e strade in tilt in tutta la provincia

Il PalaSport di Pontinia, copertura gravemente danneggiata

Da oltre 24 ore il forte vento sta infierendo sull’intero territorio provinciale provocando il crollo di alberi, rami e pali della luce e causando enormi disagi alla circolazione. Da questa mattina numerose strade sono rimaste bloccate creando situazioni di emergenza nel capoluogo, a Terracina, a Pontinia e San Felice Circeo. Si calcola che l’intensità delle raffiche ha raggiunto in alcuni punti i 100 km orari, mentre le onde sul litorale pontino sono arrivate a sfiorare i sei metri di altezza.

Quadro allarmante anche a Fondi, tanto da indurre la Protezione Civile a consigliare la cittadinanza di ridurre al minimo gli spostamenti. Riguardo a Latina, un grosso ramo è precipitato in viale Mazzini e un altro nelle vicinanze della scuola Frezzotti Corradini. Situazioni simili in via Germania e in piazza Santa Maria Goretti, con i vigili del fuoco mobilitati per rimuovere piante e cartellonistica divelta.

L’allerta meteo arancione è stato comunque prolungato fino a domani e per tale motivo il Comune di Latina e diversi centri della provincia stanno valutando la possibilità di chiudere le scuole. Rinnovato l’invito a tutta la cittadinanza a limitare gli spostamenti ai soli casi di estrema necessità. Acqualatina, nel frattempo, ha informato che potrebbero verificarsi dei disservizi nell’eventualità di black out elettrici o di abbassamenti di tensione. Tornando ai danni per le raffiche di vento, un vero disastro si è registrato nel pieno centro di Terracina, con numerosi alberi crollati lungo viale Vittoria e in piazza Mazzini. Gravi conseguenze anche a Pontinia, dove è stato letteralmente scoperchiato il palasport di via Aldo Moro.

Qui l’aggiornamento

LE VOSTRE OPINIONI

commenti