Previsioni di Borsa: la situazione della Philips

Le Borse attirano, richiamano gli investitori di tutto il mondo e occupano le pagine di Economia dei principali giornali del globo, eppure restano per tantissimi ancora una realtà indecifrabile e lontana, dalla quale non riescono proprio ad affrancarsi.

Questo non deve farvi sentire stupidi o ignoranti, il mondo dei mercati non è così semplice da capire sin da subito e ci vuole il giusto lasso di tempo per apprendere le sue nozioni come per qualsiasi altra materia.

Ora e qui, proviamo a vedere l’evoluzione di un titolo in Borsa, in questo caso scegliamo uno famoso come quello Philips.

Philips al ribasso

Non è cominciata bene la giornata per le azioni Philips che non solo ha visto un ribasso di oltre l’8 per cento durante lo svolgimento delle borse, ma ha annuncia un ribasso del targer previsto per il 2019.

Attualmente, il gruppo olandese prevede un atumento dell’Ebita margin rettificato di massimo 20 punti base, in contrasto col miglioramento di 100 punti margine base visto mediamente negli anni passati, durante il trennio 2017-2020.

Come funzionano le borse

Cosa abbiamo capito di tutto questo? Quasi nulla, probabilmente, se non sappiamo quanto sia importante il rialzo o il ribasso di un titolo in Borsa.

Le previsioni in Borsa sono sempre una scommessa, non v’è una legge assoluta, una ricetta perfetta che vi permetta di sapere sempre quando comprare e quando vendere, quando quell’asset finanziario salirà o scenderà vertiginosamente.

Questa incertezza allontana moltissimi nuovi adepti, impauriti dal dubbio e dalla poco solidità di certi investimenti, i quali possono regalare grandi sogni come terribili incubi.

Non è possibile promettere a nessuno che i vostri investimenti saranno sempre un successo, quello che è certo è che non esiste un buon motivo per non investire in Borsa, almeno che non stiate per farlo con i soldi con cui dovete pagarvi le cure vostre o dei vostri cari.

Magari non otterrete da subito i guadagni milionari degni di un film hollywoodiano, ci vorrà tempo e tanta abilità per raggiungere quei livelli, ma sin da subito potreste vedere i vostri risparmi lievitare in maniera interessante se sarete bravi.

Investire in Borsa, saper delegare

Se la vostra volontà e il vostro talento sono la chiave del vostro successo, anche avere l’intelligenza di sapervi affidare alle personalità adibite a farvi da guida e aiuto in questo mondo è assolutamente necessario.

Siete liberi di provare a fare tutto da soli, usando i broker soltanto come piattaforme intermedarie tra voi e i vostri obiettivi, ma se sceglierete di usarli come mezzi di studio e osservazione potreste restare piacevolmente colpiti.

Sono due le funzioni che attirano spesso gli utenti e che hanno dimostrato da tempo di essere di grande utilità, al punto tale che tutti i migliori broker hanno cominciato a copiarsele tra di loro e adottarle per i loro scopi.

Parliamo del CopyTrading e dei Segnali di Trading.

Nel primo caso, l’utente ha la possibilità di osservare e studiare direttamente i successi di un altro utente che ha raggiunto col suo trading risultati importanti, avendo così l’occasione di apprendere dalla migliore delle scuole possibili.

Un aspetto che da soddisfazione ulteriori a questi utenti migliori, i quali ricevono delle gratificazioni da parte dei broker in cambio della diffusione dei loro successi.

I segnali di Trading sono tutt’altra cosa, consistono in una notifica, via mail, messaggio o anche semplicemente sul proprio smartphone, con una cadenza quotidiana, spesso più volte durante il giorno, in cui il broker mostra al trader quali sono gli asset che stanno subendo le evoluzioni più interessanti.

Messo dinanzi a questi segnali, il trader ha sempre la libera scelta di seguire o meno il consiglio del broker, il quale non ha mai alcun vantaggio nel consigliarlo male, anzi, lavora esclusivamente soltanto per rendere migliore la sua esperienza.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti