Sermoneta, abuso di mezzi di correzione all’asilo: 2 maestre a processo

Avrebbero urlato contro i bambini, li avrebbero strattonati e fatti sedere bruscamente sulle sedie. Questi i comportamenti di cui sono accusate due maestre dell’asilo di Sermoneta “Donna Lelia Caetani”.

Il processo è incorso davanti al giudice del tribunale di Latina e oggi è stata sentita una delle madri che aveva presentato denuncia. Ha parlato dei cambiamenti notati nel comportamento del bambino e del fatto che spesso restasse in silenzio e ha riportato le sue parole: “La maestra è cattiva, la maestra mena tutti”.

Tutto era iniziato quando, nel 2016, alcuni genitori avevano notato che i figli erano spaventati, meno propensi ad andare a scuola. Si era acceso il campanello d’allarme e alcune mamme si erano rese conto che la cosa riguardava anche i compagni della scuola d’infanzia.

Era così scattata la denuncia ai carabinieri del paese dei monti Lepini e nella classe erano state installate di nascosto delle telecamere di videosorveglianza. Dalle immagini – le lezioni erano state riprese per 45 giorni – gli inquirenti hanno notato una condotta delle maestre considerata eccessivamente severa. Ora le 2 educatrici, difese dagli avvocati Orlando Mariani e Marco Moroni, rispondono di abuso dei mezzi di correzione o di disciplina.

Sei famiglie si sono costituite nel processo parti civili e sono assistite dall’avvocato Agrippina Porcelli. Il processo è stato rinviato al prossimo 25 novembre.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti