Sermoneta, grave ma fuori pericolo la vittima dell’accoltellamento tra cognati

Scene di ordinaria follia sabato sera a Sermoneta. Nel cuore della Borgata Carrara, in via Battaglia di Lepanto, la calma del tranquillo quartiere residenziale è stata squarciata dalle sirene che accorrevano in una villetta teatro di un accoltellamento tra cognati. G.M, al culmine di una lite familiare ha conficcato un coltello a serramanico nel torace di D. G., marito della sorella. A dare l’allarme proprio la donna. Sul posto sono accorsi i Carabinieri di Sermoneta e l’ambulanza che, dopo aver operato una prima medicazione per tamponare il sangue che usciva, ha condotto D. G. al Pronto Soccorso del Santa Maria Goretti di Latina dove è entrato in codice rosso. Le sue condizioni sono apparse gravi ma non in pericolo di vita. I Carabinieri hanno invece provveduto ad arrestare l’accoltellatore. A seconda degli sviluppi dello stato di salute della vittima infatti, dipenderà il capo di accusa nei suoi confronti e quindi le sue sorti giudiziarie. Il carcere pare comunque probabile.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCori, un paese in ansia per la sparizione di Augusto Agnoni
Articolo successivoModena impiega poco per spezzare i sogni della Ninfa Latina
Avatar
Luca Morazzano, giornalista pubblicista, nato a Sezze, vive a Maenza. Intraprende la via del giornalismo qualche tempo dopo la Laurea in Filosofia per tirarsi fuori dal dolce-amaro far nulla della disoccupazione dopo gli studi. Comincia dalla cronaca sportiva di incontri di calcio dilettantistico sui campetti di provincia (che ancora non abbandona); tenta la via dell'insegnamento senza successo qundi scommette tutto sull'informazione. Dopo esperienze varie, diventa corrispondente dai Lepini per il Giornale di Latina.