Sulla montagna amica per Daniele Nardi. Semprevisa, l’escursione del cuore

Daniele Nardi sembra rinascere ogni giorno sulle alture che lo hanno visto crescere e consegnato all’alta quota in un viaggio di non ritorno. Numerose le iniziative pontine in questo mese e mezzo di lontananza fisica del 42enne di Sezze, morto sul Nanga Parbat insieme al suo compagno di avventura Tom Ballard. Sui Lepini e dintorni il bisogno di elaborare la scomparsa frutto di un rischio consapevole dell’alpinista che ha voluto sfidare in salita lo sperone Mummery. “Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che ha provato a fare una cosa incredibile, impossibile, che però non si è arreso”, questo il testamento di Nardi prima dell’ultima avventura in Pakistan. “E se non dovessi tornare – aveva aggiunto – vorrei che il messaggio che arrivi a mio figlio sia questo: non fermarti non arrenderti, datti da fare perché il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano sì che la pace sia una realtà e non soltanto un’idea…vale la pena farlo”. Oggi Daniele è in mezzo al ghiaccio, inseme a Tom, ma scalda i cuori in tutto il mondo, soprattutto nella sua comunità che vive questo dramma come la scomparsa di un figlio, un fratello, un padre, un ragazzo, un uomo, un mito. Domenica, 31 marzo, una passeggiata i suo nome sulla montagna amica, la Semprevisa.

A guidare gli escursionisti sarà Daniele Prosperi, collaboratore di Meteo Cloud, grande amico di Daniele Nardi, e socio di Go Trekk, tra gli organizzatori dell’iniziativa.

“Tutti sono invitati a munirsi di pranzo al sacco, acqua e di un abbigliamento adeguato. Si ricorda che domenica entrerà in vigore l’ora legale! Si raccomanda un comportamento rispettoso per la natura e per gli altri e di lasciare la montagna migliore di come è stata trovata”, fanno sapere gli organizzatori.

Di seguito il programma

  • Ritrovo alle ore 8.00 presso il Prato di Valle del Principe, Bassiano LT (incrocio tra via Semprevisa e via Sezze), dove sarà possibile parcheggiare le automobili e ricevere sacchetti biodegradabili per raccogliere i rifiuti abbandonati lungo il sentiero e lo stradone.
  • Da qui, si potrà scegliere di raggiungere il monte Semprevisa autonomamente o con l’ausilio di gruppi guidati (si può fare riferimento in questo senso all’evento “Il Sentiero Nardi”, organizzato dall’associazione GoTrekK, o contattare Giovanni Ronci al 3480034055 o Daniele Prosperi al 3337379998.
  • Dal punto di partenza, sarà comunque a disposizione un servizio navetta fino al Rifugio Liberamonte (quota 1000 mt.), dedicato a disabili o a persone con serie problematiche deambulatorie, mamme con bambini in carrozzina e anziani.
  • Alle ore 12:00 (appuntamento alle 11:30 in vetta) sarà svelata la targa in ricordo di Daniele sulla vetta (quota 1536 mt.), il cui iter istituzionale per l’intitolazione terminerà nei mesi a venire, e, alle ore 13.15, avrà luogo la cerimonia di commemorazione presso Campo Rosello (quota 1100 mt.).

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti