Via Quarto, stanno meglio gli alunni finiti al pronto soccorso. Sopralluogo in classe

L'ospedale Santa Maria Goretti di Latina

Stanno meglio i bambini che ieri sono finiti al pronto soccorso con le guance arrossate, forte prurito e bruciore agli occhi. La vice preside della scuola elementare di via Quarto, dove si sono verificati i casi, tutti all’interno di una quarta elementare, è in costante contatto con le famiglie, dopo averle lasciate ieri all’uscita del pronto soccorso, dopo la vista del pediatra.

Cinque bambini hanno fatto i tamponi, per cercare di capire cosa abbia causato l’esantema sul volto e si attendono i risultati che potrebbero arrivare tra oggi e domani.

Ieri intanto i tecnici del Comune hanno effettuato un sopralluogo nell’aula nella quale si è staccato un piccolo pezzo di intonaco e la classe è stata ripulita a fondo, anche spostando gli armadietti e togliendo le tende, ma non sarebbe stata trovata muffa. Per il momento i bambini che hanno presentato i sintomi, anche su suggerimento del medico del pronto soccorso del Goretti, staranno a casa qualche giorno. I compagni di classe sono stati invece spostati in un’altra aula dove stanno svolgendo regolarmente lezione.

I bambini erano stati comunque spostati subito dopo il distacco dell’intonaco. La dirigente scolastica aveva infatti disposto che lasciassero l’aula per sicurezza e i rossori sono comparsi mentre erano già in un altro plesso della scuola, composta da tanti piccoli edifici.

Anche sulla classe in cui c’era stata un’infiltrazione di acqua i lavori del Comuni saranno effettuati al più presto. La ditta preposta si sta infatti occupando della scuola di via Legnano, costretta a chiudere per allagamento. Subito dopo sarà risistemata l’aula della Frezzotti Corradini. I bimbi della classe comunque sono stati spostati in un altro plesso, sempre all’interno della scuola e stanno lavorando senza alcuna interruzione.

Una buona notizia invece riguarda la palestra. La preside ne aveva disposto la chiusura, per precauzione, ma dopo il sopralluogo dei tecnici è risultato tutto a posto e la struttura è ora agibile.