Dimensionamento scolastico in provincia di Latina, l’autogol di Della Penna

686
Mario Fiorillo

“Eh no, caro Enrico. Questa volta non condivido il tuo post”. Parola di Mario Fiorillo, capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Fondi, già candidato sindaco. Il dissenso viaggia su Facebook e squarcia il silenzio diplomatico che si impone di fronte allo scontro interno di un partito. L’Enrico richiamato è il consigliere regionale Enrico Forte, in corsa per il Pd alla guida del capoluogo pontino. Mica l’ultimo degli arrivati. Un pezzo da novanta, “ripreso” dal compagno fondano. Sua la colpa di aver postato sul social il comunicato stampa di Massimiliano Smeriglio, assessore alla Scuola della Regione Lazio. E sì, Fiorillo è uomo di partito, ma anche e soprattutto dirigente scolastico. Attualmente preside del liceo “Leonardo da Vinci” di Terracina dal quale si è alzata la protesta contro il dimensionamento scolastico proposta dalla Provincia ed in particolare contro la scelta di assegnare l’indirizzo scientifico all’istituto “Giulio Cesare” di Sabaudia.

Enrico Forte
Enrico Forte

Trapunta pietosa sul dimensionamento scolastico

“Su tutta la vicenda del dimensionamento scolastico della Provincia di Latina – scrive Fiorillo nel commento al post di Forte – bisognerebbe stendere una coperta trapuntata pietosa. Per spirito di ‘bandiera’ dovrei impormi il silenzio, ma il mio senso civico mi impone di esprimermi. Si è partiti con gli squilli di fanfara della presidente (Eleonora, ndr) Della Penna: rivoluzione a Latina, a Fondi e a Formia. Poi arretramenti progressivi perché le proteste più o meno motivate di studenti, professori e dirigenti scolastici hanno messo in evidenza errori marchiani del piano proposto: mancata consultazione delle scuole interessate, abbagli sesquipedali nel …prendere le misure ( a Fondi si voleva far entrare un nuovo istituto di 42 classi in un edificio che ne può contenere 31), incapacità di intervenire su situazioni paradossali (istituti onnicomprensivi, che già non dovrebbero esistere, addirittura sottodimensionati), ecc. E così si è arrivati alla rivoluzionaria e risolutiva decisione di …non decidere”.

dellapenna
Eleonora Della Penna

L’autogol di Eleonora Della Penna

Sale in cattedra Fiorillo quando afferma che “in tutto questo, per un gioco delle parti possibile solo nel paese che ha dato i natali a Pirandello, il senatore Fazzone a Fondi si è preso i meriti di aver impedito lo ‘scempio’ del Pacinotti che invece lui stesso e i suoi accoliti avevano fino ad allora sostenuto e sponsorizzato. Ora anch’io, ed è tutto dire, faccio fatica a pensare che Fazzone non continui a ‘comandare’ in Provincia, anche se formalmente Forza Italia non è in maggioranza. Per un vecchio tifoso come me Niccolai rappresenta l’antonomasia dell’autogol nel calcio, d’ora in poi Della Penna, e chi con lei ha preso queste decisioni, e Smeriglio, che acriticamente le ha fatte sue, rappresenteranno l’antonomasia dell’autogol…politico. Insomma alla fine la montagna ha partorito un topolino, per giunta illegittimo”.

Lo scientifico a Sabaudia in contrasto con le linee della Regione

Per il preside Fiorillo “l’istituzione del Liceo Scientifico nell’istituto onnicomprensivo (di cui nessuno ancora riesce a chiarire le ragioni ‘tecniche’ e normative dell’esistenza) di Sabaudia è nettamente contrastante con le linee guida che la stessa Regione Lazio si è data e che sono puntualmente (ma ipocritamente e ingannevolmente) richiamate nelle premesse delle delibere provinciali e regionali”. “Esse proclamano solennemente – spiega Fiorillo – che non si possono istituire nuovi indirizzi nelle scuole dove ne sono stati istituiti altri nell’anno precedente. E che assolutamente non vanno istituiti se sono presenti nello stesso distretto e se determinano duplicazioni nell’ambito territoriale. In effetti riconosco che non è una duplicazione. Nello stesso ambito ce ne sono già 4 di Licei Scientifici: è una ….quintuplicazione!” “Ma si sa l’Italia e la provincia di Latina sono la terra delle norme disattese – conclude -. Gli ‘strani’ siamo noi che ancora ci affatichiamo ad educare alla legalità i nostri studenti!” “Al prossimo post – è il saluto rivolto al consigliere regionale Enrico Forte -. Da condividere, spero”.

L’intervento di Palella

Sull’argomento si è espresso anche l’ex preside del liceo di Terracina Carmelo Palella.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti