Latina, nuovi chioschi tra Capoportiere e Rio Martino. Ecco il bando

1475

Dopo lo tsunami sulla Marina di Latina scaturito dalla decadenza di nove concessioni demaniali relative ad altrettante attività balneari, arriva un raggio di sole con la procedura di gara ad evidenza pubblica per l’affidamento in concessione stagionale e pluriennale di 8 aree pubbliche, poste sul lungomare di Latina, da Capoportiere a Rio Martino, sulle quali istallare i chioschi per la bella stagione.

Lo scopo

Le strutture da realizzare da realizzare saranno adibite – come prevede il bando del Comune – al fine di garantire all’utenza i servizi generali minimi, connessi all’uso degli arenili liberi ricadenti nel territorio di giurisdizione, indispensabili per la tutela dell’igiene e dell’incolumità pubblica, per la tutela della effettiva fruibilità da parte di tutti i cittadini e della incolumità dei bagnanti, tra i quali: servizi igienici, migliore pulizia dell’arenile, postazioni di salvataggio a mare, presenza di bagnini abilitati, postazioni di primo soccorso, assistenza a terra, sorveglianza e adeguato posizionamento degli ombrelloni ai fini della sicurezza pubblica.

La durata

Pena la risoluzione del contratto, che avrà una durata di sei anni, non è consentito, in linea con la normativa prevista per il rilascio della concessione demaniale, sub-concedere, trasferire ad altri il titolo concessorio, consentire a terzi di subentrare nell’esercizio delle attività consentite. In caso di aggiudicazione di una postazione a base di gara a titolare di altra concessione, il soggetto, contestualmente alla sottoscrizione del contratto, dovrà dichiarare la propria rinuncia ad altra titolarità. Onde evitare quanto è successo per gli stabilimenti balneari, il bando prevede espressamente che i chioschi possano essere montati nei 30 giorni precedenti l’inizio della stagione e smontati a partire dal primo settembre.

L’autorizzazione

Ai fini dell’esercizio temporaneo delle attività previste: montaggio del chiosco, occupazione area demanio marittimo, svolgimento dell’esercizio delle attività di somministrazione alimenti e bevande e attività di noleggio degli ombrelloni, gli aggiudicatari dovranno presentare apposita istanza, per il rilascio del provvedimento autorizzativo, allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Latina; tale istanza dovrà essere rinnovata ogni anno, e presentata in tempo utile ai fini del rilascio del titolo autorizzativo.

Il canone

Il canone di concessione annuale posto a base di gara è pari a € 3.000,00 (euro tremila/00), determinato utilizzando come riferimento le tariffe in uso in altre località del territorio nazionale per tipologie e finalità simili o analoghe, e potrà subire gli aggiornamenti annuali sulla base delle variazioni Istat. Il pagamento del canone annuale, nell’importo risultante all’esito della gara e costituito dall’offerta economica presentata (canone base più rialzo) dovrà essere versato tramite bonifico bancario intestato al Comune entro il 30/04 di ogni anno di attività ed in ogni caso prima dell’inizio dell’attività stagionale.

La scadenza

L’offerta dovrà pervenire tassativamente, a pena di esclusione, entro le ore 13 del giorno 05/04/2016. Dovrà essere indirizzata a: Comune di Latina , Servizio politiche di gestione del territorio, patrimonio e demanio, corso della Repubblica,116, c.a.p. 04100 Latina. Il bando è pubblicato all’albo pretorio on line del Comune. Gli interessati potranno prenderne visione.

… aspettando il Tar

Il ritorno dei chioschi nel tratto B del lungomare di Latina rappresenta un primo passo verso la normalità del litorale del capoluogo pontino, due volte Bandiera blu. La decadenza delle concessioni dall’altra parte del lungomare, scaturita dal mancato smontaggio delle strutture da parte dei titolari, per altro finiti deferiti alla Procura della Repubblica per occupazione abusiva di pubblico demanio marittimo, è ora in attesa di essere valutata dal Tar a cui si sono rivolti gli imprenditori.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti