Terracina, Di Tommaso sul flop dell’asta: finalmente daremo vita alla Casa della Cultura

94
Alessandro Di Tommaso

“La buona notizia della  mancata vendita del mercato Arene mi conforta moltissimo”. Alessandro Di Tommaso, candidato sindaco di Terracina commenta con soddisfazione il buco nell’acqua del terzo bando indetto per l’alienazione dello stabile comunale di via Benito Di Florio. “Ho sempre sostenuto, portando avanti azioni coerenti, il progetto della Casa della cultura – ha detto – perché centrale al mio piano di riqualificazione del quartiere Arene. Oggi siamo stati davvero fortunati per l’assenza di acquirenti. Se avessero risposto al bando sarebbe stata compromessa per sempre la possibilità di restituire al quartiere servizi utili al miglioramento della qualità della vita in tutti i suoi aspetti, con forte responsabilità politica della passata amministrazione di Procaccini e Corradini che, tradendo una deliberazione votata all’unanimità del Consiglio comunale, ha lasciando il bene nella lista degli immobili alienabili”. “Ebbene – ha affermato -, mi auguro che in attesa della elezione della nuova amministrazione comunale non si voglia tentare un’ulteriore asta. Spero che non ci siano neanche i margini temporali”. “Ad ogni modo – ha concluso – oggi voglio ribadire il mio impegno di inserire la sede dell’ex mercato tra i beni inalienabili del Comune cambiando anche la destinazione d’uso per dare finalmente vita alla Casa della Cultura e per riqualificare il quartiere Arene”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti