Latina, Buttarelli di nuovo sulla graticola: l’Ater ha chiesto un parere all’Autorità anticorruzione

338
Giorgio De Marchis

Superato l’ostacolo dell’incompatibilità di Gianfranco Buttarelli a ricoprire la carica di assessore comunale di Latina in quanto dirigente dell’ente municipale di Cisterna, essendosi collocato in aspettativa non retribuita dopo una settimana di tentennamenti, resta aperta la questione Ater (sollevata oggi dal quotidiano Il Giornale di Latina).

Gianfranco Buttarelli
Gianfranco Buttarelli

L’ingegnere Buttarelli, risulta alla data di oggi presidente dell’Organismo indipendente di Vigilanza dell’Ater Latina, con decorrenza dal primo ottobre 2014 per la durata di tre anni, come “decretato” dalla delibera commissariale numero 30 del 14 agosto 2014 a firma dell’ingegnere Fabrizio Ferracci con la quale per altro si prende atto che Buttarelli come gli altri componenti dell’Oiv abbiano dimostrato il pieno possesso dei requisiti di partecipazione nonché l’assenza di cause ostative alla nomina in argomento.

Fabrizio Ferracci
Fabrizio Ferracci

La legge non è chiarissima. Pacifico è che il ruolo di componente dell’Oiv sia incompatibile con le cariche elettive. Se fosse stato eletto consigliere comunale o sindaco, non avrebbe avuto scampo: Buttarelli avrebbe dovuto optare per l’una o l’altra carica. Ma l’incarico di assessore a cosa corrisponde? E’ un incarico di nomina, anche se di natura politica, e non elettivo?

A porsi questi interrogativi è stato per primo Giorgio De Marchis, noto politico di Latina, che svolge un ruolo molto delicato all’interno dell’Ater pontina: è il responsabile prevenzione della corruzione, trasparenza e privacy, nominato il 17 luglio 2015 (quando non era più consigliere comunale di Latina e non ha partecipato alla competizione elettorale di giugno 2016), che avuta notizia del conferimento di incarico assessorile all’ingegnere Buttarelli ha subito chiesto un parere all’Anac ed è tutt’ora in attesa di risposta. “Il fatto è – spiega De Marchis – che l’Ater è controllata dalla Regione e non ha alcuna partecipazione né è partecipata dai comuni. La legge stabilisce comunque che non siano sovrapponibili le nomine Ater con quelle elettive. Appunto, elettive. E’ per questa ragione che ho chiesto espressamente un parere all’Anac. Dopodiché se l’Anac dovesse rispondere che Buttarelli sia incompatibile, gli verrà formalmente contestato e avrà tempo 15 giorni per rimuoverne la causa”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti