Un’altra giornata a secco: nuovo bollettino di guerra Acqualatina nonostante gli investimenti

370

Interruzioni del flusso dell’acqua e abbassamenti di pressione programmati, improvvisi e a seguito di basso livello della risorsa idrica si susseguono senza sosta nelle odierne comunicazioni di Acqualatina ormai da mesi. Il bollettino di guerra di oggi – giorno in cui forse l’utenza poteva iniziare a dimenticare i disagi di ieri, subiti a seguito del black out idrico dovuto ai lavori di riparazione di una maxi falla sulla condotta adduttrice proveniente dalla centrale Sardellane – è di otto comunicazioni, dalle 10 alle 14 circa. E la giornata non è ancora finita.

Sono le 9.59 quando il gestore del servizio idrico integrato comunica che a Pontinia è in corso un’interruzione idrica, a causa di un guasto sulla rete idrica in via Forestola (zona Mazzocchio) e che il ripristino del servizio è previsto per le 14.30, salvo imprevisti. Un altro guato a Pontinia? Proprio ieri al termine del “disservizio” registrato in sei comuni della provincia per via della riparazione della falla sulla condotta adduttrice, Acqualatina aveva precisato che l’allagamento di un campo alla Migliara 46 era stato provocato dalla stessa falla dalla quale erano fuoriusciti 100 litri al secondo.

La comunicazione delle 10.19 riguarda Priverno. Anche in questo caso si tratta di un guasto improvviso, con possibili abbassamenti della pressione idrica. Forse il guasto è quello di via Forestola a Pontinia. Identico l’orario di ripristino del servizio: le 14.30, salvo imprevisti. Confinanti le zone interessate, Mazzocchio per Pontinia, Fossanova-Via Marittima, Case alloggio ferrovieri per Priverno). Bah. “I tecnici Acqualatina sono già al lavoro per risolvere il problema – recita la comunicazione -. Sarà cura di Acqualatina fornire tempestive informazioni in caso di imprevisti”.

Alle 12.45 il bollettino colpisce il Sud Pontino: “Si informa l’utenza che, a causa del basso livello di disponibilità della risorsa idrica presso la centrale di produzione di Capodacqua, nei Comuni di Castelforte e Santi Cosma e Damiano si stanno verificando dei fenomeni di bassa pressione con probabili interruzioni idriche nelle fasce orarie caratterizzate da elevati consumi. Di seguito, si riportano le zone attualmente interessate: Castelforte – zona alta, centro abitato, Località Valle di Suio, Suio Terme, Località Forcella e Valle Marina; Santi Cosma e Damiano – Centro abitato e località Cerri Aprano”. No problem perché Acqualatina avverte che “sono disponibili le seguenti autobotti/fontanelle pubbliche. Castelforte: autobotti in piazza Municipio, presso la sede della Protezione civile di Suio e una fontana pubblica in via delle terme (nei pressi del ristorante Bacchettone e Zazà– Suio). Santi Cosma e Damiano: autobotti nei pressi della piazza Tommaso Rossi e nei pressi dei carabinieri”. Acqualatina invita, infine, gli utenti” a utilizzare la risorsa idrica per il solo scopo alimentare, domestico e per l’igiene personale”. Anche in questo caso sarà cura di Acqualatina, che si scusa per i disagi, fornire informazioni in caso di imprevisti.

Quattordici minuti dopo, alle 12.59, la comunicazione riguarda Minturno. Anche in questo caso gli effetti di abbassamento di pressione e/o di interruzione del flusso idrico sono dovuti alla carenza di risorsa idrica presso la centrale di Capodacqua. Le zone interessate sono: centro storico di Minturno e la frazione di Scauri. Disponibili: fontanelle pubbliche nei pressi della Pretura, in Via Italo Balbo (nei pressi della statua di Padre Pio), in Piazza Immacolata (nei pressi della Chiesa) e in Via Campotondo; autobotte nei pressi della Chiesa di San Pietro. “Acqualatina – chiude la comunicazione con il solito rituale – invita gli utenti a utilizzare la risorsa idrica per il solo scopo alimentare, domestico e per l’igiene personale. Sarà cura di Acqualatina fornire informazioni in caso di imprevisti. Ci scusiamo per i disagi”.

Ma la carenza idrica odierna colpisce anche Formia. Il bollettino arriva alle 13.04. Il problema stavolta, stando alla comunicazione di Acqualatina, non è attribuibile solo alla scarsità della risorsa presso la centrale di produzione di Capodacqua, ma anche di Mazzocolo e Vetere. Le zone di Formia interessate da abbassamento e/o interruzione del flusso idrico sono: Località Trivio, Località Maranola, Località Castellonorato, Località Gianola, Località Santa Croce, Località Santo Janni e Località Farano. Attenzione: “Al fine di favorire il ripristino dei normali livelli d’acqua nei serbatoi, e mitigare i disagi, Acqualatina effettuerà delle manovre di riduzioni serali/notturne, dalle ore 20:00 alle ore 07:00, nella zona del centro abitato di Formia”. “Si ricorda, inoltre – chiude la nota di Acqualatina – che per la zona di Castelonorato è disponibile il servizio sostitutivo mediante autobotte nei pressi della Piazza Centrale. Acqualatina invita gli utenti a utilizzare la risorsa idrica per il solo scopo alimentare, domestico e per l’igiene personale. Sarà cura di Acqualatina fornire informazioni in caso di imprevisti. Ci scusiamo per i disagi”.

Alle 13.19 la carenza idrica si abbatte anche su Gaeta. Colpa le tre centrali di produzione che tengono a secco Formia. A Gaeta il disagio “previsto” da Acqualatina alberga in via Atratina, via Europa, località Sant’Agostino, località Scissure e località Fontana, via Oceania. Occhio: “ Al fine di favorire il ripristino dei normali livelli d’acqua nei serbatoi, e mitigare i disagi, Acqualatina effettuerà delle manovre di interruzioni e riduzioni notturne, nello specifico: riduzione idrica in località Serapo dalle ore 20:00 alle ore 07:00 interruzione idrica nella località Monte Tortona dalle ore 22:30 alle ore 06:30”.  Sono disponibili le seguenti autobotti: via Europa altezza civico 46; Corso Italia angolo via Firenze; via degli Eucalipti altezza parco giochi; viale Australia angolo viale Oceania; incrocio via Monte Petrella con via Monte Amiata. “Acqualatina invita gli utenti a utilizzare la risorsa idrica per il solo scopo alimentare, domestico e per l’igiene personale. Sarà cura di Acqualatina fornire informazioni in caso di imprevisti. Ci scusiamo per i disagi”.

Siamo soltanto alle 13. 34 quando arriva la settima comunicazione odierna riguardante il Comune di Fondi. Anche qui è un fatto di carenza di produzione attribuibile, nel caso di Fondi, alla sola centrale Vetere. Stessi effetti: abbassamento di pressione e/o interruzione del flusso idrico nelle ore di punta. Zone interessate: centro abitato e mare. Anche in questo caso l’invito al solo uso alimentare, domestico e per igiene personale della risorsa idrica. Seguano le scuse per i disagi.

Passano altri cinque minuti e arriva l’ottava comunicazione di Acqualatina. Alle 13. 39 è tutta per Terracina, zona bassa e zona mare: carenza idrica con riduzione notturna dalle 23 alle 6.Si ricorda all’utenza – scrive Acqualatina – che, al fine di favorire il ripristino dei normali livelli d’acqua nei serbatoi della centrale di Ponticelli, e mitigare i disagi, Acqualatina effettuerà delle manovre di riduzioni notturne dalle ore 23:00 alle ore 06:00. Acqualatina invita gli utenti a utilizzare la risorsa idrica per il solo scopo alimentare, domestico e per l’igiene personale. Sarà cura di Acqualatina fornire informazioni in caso di imprevisti. Ci scusiamo per i disagi”.

E all’anima del disagio! Bollettini simili vanno avanti ormai da mesi. L’estate 2016 sarà ricordata come la stagione horribilis di questa provincia “assetata” nonostante gli investimenti che Acqualatina dichiara di aver effettuato:  189 milioni e 486mila euro dal 2003 al 2015. Non resta che vedere il prossimo teatrino del bilancio che la Depha Bank, finanziatrice, è pronta ad approvare sostituendosi ai Comuni disobbedienti.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti