Una magia di De Vitis non basta: Latina raggiunto allo scadere e costretto al pari

197
Lo splendido gol di De Vitis del momentaneo vantaggio nerazzurro

Dopo la beffarda sconfitta nel derby, è arrivato per il Latina il momento di riscattarsi e di muovere la classifica. Avversario odierno la rivelazione Benevento che, da neo promossa, ha iniziato il campionato alla grande, conquistando, tra l’ altro, due vittorie, l’ ultima delle quali contro il quotato Verona. Vivarini “recupera” Moretti affidandogli la chiave del controcampo, nel quale trova posto Scaglia (interno destro), sostituito da Di Matteo nel ruolo di esterno a sinistra. All’ inizio gli ospiti si fanno preferire, in particolare con le iniziative di Jakimovsky a sinistra e Ciciretti a destra, ma il primo squillo è dei nerazzurri con Gilberto che al 20′, dopo un’ azione individuale, calcia alto dal limite dell’ area. Col passare dei minuti, il tema tattico è chiaro, con la squadra di Baroni più manovriera, con De Falco perno centrale pronto ad azionare gli esterni e il Latina in difficoltà a fare gioco e legato alle iniziative di Scaglia che, partendo da destra e rientrando con il sinistro, prova più volte ad “imbucare” le punte. Nessuna sorpresa così quando al 38′ Cissè, dopo aver “sfondato” a sinistra (troppo spazio lasciato da Scaglia e Gilberto) serve al centro un pallone velenoso che Ciciretti mette fuori di poco dal limite dell’ area sopraggiungendo a rimorchio. Ospiti ancora più vicini al gol al 42′ con Chibsah che, a pochi metri dalla porta, grazia Pinsoglio, mettendo a lato un cross dalla sinistra (ancora…) di Jakimovsky.

Secondo tempo

Escono meglio dai blocchi i nerazzurri con Scaglia che al 3′ pennella un cross dalla destra per Acosty che, indisturbato sul secondo palo, “passa” di testa la palla a Cragno. Proteste dei nerazzurri all’ 8′ per un presunto fallo di mano ospite e sul prosieguo dell’ azione, De Vitis calcia alto con un tiro al volo dal limite. Buon momento per gli uomini di Vivarini che, al 16′, dopo una manovra di aggiramento, vanno al tiro con Moretti che, dai 20 metri, non trova però la porta. Brivido però per i nerazzurri al 21′ quando De Falco serve magistralmente Cissè che, solo davanti a Pinsoglio, colpisce il palo alla sua sinistra. Le squadre si allungano, si aprono gli spazi e al 24′  è Paponi, appena entrato, a cestinare dal limite un cross servito da destra da Gilberto. ancora una volta la porta avversaria appare troppo piccola …ma al 27′ ci pensa una prodezza di De Vitis che, da quasi 30 metri, indirizza un bolide all’ incrocio alla sinistra di Cragno, vanamente proteso e che vede gonfiarsi la rete. Dopo Verona, il giovane “Ferrero – boy” conferma di avere delle doti balistiche e di tiro notevoli. La rete giunge come una liberazione per il Latina e Scaglia al 31′, dopo la “solita” azione sulla destra, rientra sul sinistro e sfiora il raddoppio sul secondo palo. Il Benevento prova a reagire ma, complici le assenze di Falco e Ceravolo, non crea grossi problemi a Dellafiore e compagni. La squadra però si abbassa troppo e al 43′ la beffa: Ciciretti entra in area da destra e il suo cross viene ribattuto in rete da un indisturbato Pajac a pochi metri dalla porta. Ennesima beffa per i nerazzurri, anche sfortunati al 47′, quando Cragno si supera deviando alla propria sinistra un bolide di Scaglia dal limite. Continua l’ assalto del Latina che, purtroppo, non sfonda e deve accontentarsi di un pareggio beffardo e rinviare l’ appuntamento con la prima vittoria. Gli uomini di Vivarini hanno fatto registrare dei passi avanti, soprattutto nella ripresa ma, come più volte capitato lo scorso anno, hanno avuto il “braccino” e gettato nel finale due preziosissimi punti.

LATINA – BENEVENTO 1-1

Latina: Pinsoglio, Brosco, Dellafiore, Garcia Tena, Gilberto, De Vitis (dal 29 st Amadio) , Moretti (dal 36 st Rocca), Scaglia, Di Matteo, Acosty (dal 22 st Paponi), Boakye. A disp: Tonti, Bruscagin, Paponi, Corvia, Coppolaro, Pinato, Mariga. All.: Vivarini.

Benevento: Cragno, Venuti, Padella, Lucioni, Lopez, Buzzegoli (dal 34 st Brignola), Chibsah (dal 17 st Del Pinto), De Falco, Ciciretti, Cissè, Jakimovsky (dal 9 st Pajac). A disp: Gori, Pezzi, Camporese, Bagadur, Gyamfi. All.: Baroni.

Marcatori: 27′ st De Vitis (LT), 43 st Pajac (BN).

Arbitro: Aureliano di Bologna. Assistenti: Intagliata di Siracusa e Cecconi di Empoli. Quarto uomo: Guida di Salerno.

Ammoniti: 37′ Chibsah (BN), 60′ Ciciretti (BN).

LE VOSTRE OPINIONI

commenti