Poliambulatorio di Latina Scalo, dal Comune l’impegno per azzerare il degrado

176
Il poliambulatorio di Latina Scalo

Taglio dell’erba e derattizzazione al più presto, visto il carattere di urgenza, per il poliambulatorio di Latina Scalo ma… la Asl dovrà assumersi l’onere delle manutenzioni. E’ questo il senso della risposta fornita al question time di oggi all‘interrogazione presentata da Nicola Calandrini e Andrea Marchiella di Fratelli d’Italia e Matilde Celentano della Lista Calandrini. L’assessore Gianfranco Buttarelli ha parlato di un contratto scaduto del locale e che in fase di rinnovo saranno definite al meglio le linee del rapporto sinergico di “socialità” tra i due enti, Comune e Asl. Per quanto riguarda l’ascensore, spesso guasto, nonostante i diversi interventi di riparazione, si valuta l’opportunità di una sostituzione definitiva. Al vaglio anche le soluzioni per rendere più sicuro lo stabile, viste le incursioni notturne di senzatetto e tossicodipendenti. In programma un incontro del sindaco con la Asl. Calandrini ha auspicato, in vista di questo incontro, una ricognizione di tutti i presidi sanitari del territorio visto che il caso di Latina Scalo non è isolato.

Nel corso del question time di oggi hanno trovato risposta anche le interrogazioni sulle modalità di affidamento delle palestre comunali (è di ieri la modifica del regolamento approvata dal Consiglio comunale) e sugli interventi di edilizia scolastica per i quali l’assessore Buttarelli ha riferito che saranno inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche in base ai finanziamenti certi e che verranno accantonate delle somme per le esigenze imminenti, come le impermeabilizzazioni di numeri plessi della città, da Borgo Montello a Borgo San Michele. Discorso a parte lo stanziamento in bilancio, attraverso opportuna variante, per la verifica antisismica.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti