Piano di riassetto scolastico. Ialongo e Miele: cosa intende fare il Comune?

170
Giovanna Miele e Giorgio Ialongo

I consiglieri comunali di Forza Italia a Latina, Giorgio Ialongo e Giovanna Miele, sollevano la questione del piano di ridimensionamento scolastico e delle problematiche che riguardano l’istituto comprensivo Volta, e invitano l’amministrazione comunale ad affrontare prima possibile le urgenze che minano il regolare svolgimento delle lezioni nei plessi pontini e la sicurezza degli alunni.

“Il Comune di Latina dovrebbe iniziare a preoccuparsi del piano di riassetto di dimensionamento scolastico. Se anche stesse facendo qualcosa in merito, noi non ne sappiamo nulla e ci farebbe piacere esserne messi al corrente – affermano i consiglieri – si tratta di un piano che è di competenza regionale, tuttavia è al Comune che spetta avanzare le proposte di modifica, dopo aver sentito anche la Provincia e gli uffici competenti del MIUR. A noi non risultano incontri, e il piano va predisposto entro dicembre”.

La sicurezza degli edifici scolastici

“Il piano di dimensionamento scolastico deve far fronte a una serie di criticità che vanno dall’edilizia scolastica completamente compromessa per la gran parte degli istituti della città, fino al riordino e al riassetto degli istituti stessi – proseguono Ialongo e Miele -. È emblematico il caso dell’I.C. Alessandro Volta. Si tratta di una scuola che è Istituto Comprensivo solo sulla carta, perché di fatto manca il plesso della scuola primaria. Questo vuol dire che non c’è una continuità nella formazione degli studenti dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola primaria di secondo grado. Ciò rappresenta un danno per la scuola stessa che rischia di anno in anno la riduzione delle iscrizioni a causa di questa lacuna nella formazione delle classi. La scuola inoltre vive una situazione di disagio in quanto è anche sede di CPIA (Centro Istruzione per Adulti): è come se in una sola struttura ce ne fossero due. Da tempo il CPIA attende di avere una sua sede autonoma, ma ad ora non sono state date soluzioni, e nel frattempo la convivenza tra i due istituti sta diventando sempre più scomoda e poco funzionale per entrambi”.

Il piano di intervento del Comune

 “Come Forza Italia chiediamo a questa amministrazione di metterci al corrente di come intende rispondere alle esigenze delle scuole del territorio, che programmi ha e come pensa di far fronte alle varie criticità a partire dai problemi legati all’edilizia scolastica. La scuola è un luogo importante per una comunità: è lì che si formano i prossimi adulti chiamati poi a vivere e gestire la città. Ma è allo stesso tempo un luogo di aggregazione dove è indispensabile garantire la serenità dei bambini, dei ragazzi, ma anche degli insegnanti. Noi siamo accanto a loro – concludono Ialongo e Miele -, e vogliamo sapere dal Sindaco e dall’Assessore Antonella Di Muro cosa sta facendo questa amministrazione per loro”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti