Urbanistica a Latina, Buttarelli punta ai Programmi integrati per sciogliere il nodo dei Ppe annullati. Il report

221
Gianfranco Buttarelli

Altro giro, altra corsa: pubblicato oggi il report dell’assessore comunale all’urbanistica, lavori pubblici e trasporti ad un anno di Latina Bene Comune. La formula è la stessa adottata dai suoi colleghi di giunta: cosa abbiamo trovato, le cose fatte e quelle che faremo. Gianfranco Buttarelli si è trovato così a relazionare sulle materie complesse delle sue plurime deleghe. Un compito non facile sia per la molteplicità degli argomenti sia per la natura tecnica degli stessi, difficile da comunicare. Motivo per cui non risulterà facile comprenderne appieno, a meno che non si abbiano competenze specifiche, l’essenza politica del messaggio rivolto alla città, che pubblichiamo di seguito a partire dal titolo in grassetto sottolineato.

A proposito di urbanistica, nei giorni scorsi, avevamo segnalato l’attesa del report di Buttarelli per capire che tipo di risposta l’amministrazione in carica avesse voluto dare in merito dai piani particolareggiati annullati durante la gestione commissariale dell’ente prima dell’insediamento di Lbc. L’argomento appare al primo paragrafo del governo del territorio in cui l’assessore scrive che “questo evento ha prodotto un contenzioso amministrativo diffuso, ancora sub iudice” – il che non è una notizia inedita (ma qualcosa doveva pur scrivere nella sezione ‘cosa abbiamo trovato’) – “che impone all’Amministrazione una scelta impellente e sulle modalità di sviluppo della città che non possono prescindere dalla problematica della decadenza dei vincoli imposti dal Piano Regolatore Generale di Piccinato”.  Decadenza dei vincoli? A cosa si riferisce Buttarelli? Agli espropri?

Buttarelli nel suo lungo report, restando ancorati all’urbanistica, dice di aver avviato da questo mese un Ufficio di Piano a cui è stato assegnato del personale e che “nel contempo si sono sviluppate relazioni con la facoltà di Ingegneria, Dipartimento Ingegneria Civile Ambientale della Sapienza il quale ha assegnato otto tesi di laurea afferenti gli schemi di assetto della città e di sue parti funzionali”. Ed è proprio a questo punto che rintroduce il discorso del Ppe annullati affermando che “tutti i piani in aggiornamento compresi quelli annullati costituiscono un patrimonio conoscitivo” e che per “opzioni progettuali di rilevante importanza, è stata avviata un’attività di rivalutazione tecnico progettuale degli stessi, anche mediante il confronto con i tecnici esterni incaricati”. L’assessore all’urbanistica riferisce che è stata attivata la redazione di Schemi Assetto Urbanistico (quadro di riferimento) alle diverse scale di intervento (Territorio, Centro abitato, Marina, Latina Scalo, Borghi e Nuclei Spontanei)”.

Buttarelli quindi sfoggia le sue competenze in materia per dire alla città che “gli schemi vengono elaborati sulla base dell’integrazione dei sistemi della mobilità degli spazi pubblici e del verde per costituire il sistema vertebrale della città al quale si relazionano le attrezzature di servizio e gli insediamenti residenziali, con ciò rendendo complementare la funzione residenziale rispetto alla configurazione degli assetti urbani”.

Per non perdersi nei meandri dei tecnicismi è bene tenere a mente i citati assetti urbani (Schemi di Assetto Urbanistico, per i quali è stata attivata la redazione?). “In tale prospettiva (assetti urbani, ndr) i piani in formazione nonché quelli annullati potranno assumere valenza attuativa al pari di altri strumenti previsti dalla vigente normativa (Permesso Convenzionato, Programma Integrato d’Intervento, Piano di Edilizia Economica e Popolare, ecc.), soltanto se compatibili nelle trasformazioni proposte con i principi e gli interventi individuati negli Schemi di Assetto configurati”. Ecco, una cosa l’abbiamo capita.

L’asso nella manica di Buttarelli per sciogliere il nodo dei Ppe annullati è il cosiddetto Programma Integrato, e il perché lo spiega subito dopo: “Con tale impostazione – si legge – sarà possibile da subito recepire proposte d’intervento da parte dei privati mediante lo strumento del Programma Integrato d’Intervento confermato e valorizzato dalle norme regionali, di prossima approvazione, per la Rigenerazione Urbana e il Recupero del Patrimonio Edilizio, utilizzabile per la pianificazione di aree interessate da vincoli decaduti”.

Lo strumento del Programma integrato d’intervento su cui Buttarelli punta per la nuova urbanistica di Latina appare lo stesso ampiamente collaudato a Cisterna. Buttarelli, quasi a voler evitare la critica, assicura nel suo report che l’innovativa impostazione “non ripropone pregresse metodologie basate sul massimo utilizzo delle potenzialità edificatorie”, essendo “orientata alla sostenibilità e qualità delle trasformazioni e precede e accompagna il processo di formazione del nuovo strumento urbanistico generale”. Staremo a vedere.

———————————–Il report——-

Assessorato al Governo del territorio e Lavori Pubblici, Trasporto pubblico e privato

Assessore: Gianfranco Buttarelli

Premessa

Preliminarmente a quanto sarà circostanziato con il tramite dei documenti allegati, riferiti alle attività dei singoli Servizi riconducibili alla responsabilità dell’Assessorato, si ritiene opportuno precisare le circostanze che ne hanno motivato e condizionato le scelte.

La pianificazione, come la programmazione dei lavori pubblici, è stata conformata alle risultanze dell’analisi SWOT, ovvero l’analisi dei punti di forza, debolezza, opportunità e minacce. Dalle stesse è emersa la più ampia condivisione della “Marina” quale opportunità maggiormente spendibile ai fini del rilancio turistico e, quindi, economico del territorio. Attorno a tale condivisione è stato “costruito” il progetto candidato nell’ambito del Programma delle Periferie ed attorno a ciò è stata orientata la pianificazione mediante l’avvio della redazione di strumenti urbanistici e di settore orientati alla sostenibilità e alla qualità urbana ed ambientale quali:

  • schema di assetto urbanistico,
  • piano della costa
  • piano urbano della mobilità sostenibile

La pianificazione avviata ha incrociato, mettendoli a sistema e incrementandone il valore, il completamento di due degli interventi maggiormente significativi ricompresi nel Programma quali  il completamento di via Massaro – l’arteria principale parallela alla litoranea – la cui realizzazione è indispensabile ai fini della riqualificazione dell’area urbanizzata del litorale anche mediante la pista ciclabile posta lungo la via del mare che si connota come essenziale sistema connettivo orizzontale idoneo a collegare, in termini ambientalmente sostenibili, il nucleo urbanizzato del litorale al centro urbano e alla corona periurbana.

 

La ricerca di una progettazione conformata ai concetti di decoro, riuso, di rigenerazione, di trasformazione del territorio e degli insediamenti urbani, di rifunzionalizzazione di aree pubbliche e strutture edilizie esistenti non può essere compressa entro l’angusto perimetro del centro cittadino né in quello predefinito delle funzioni amministrative, interne ed esterne all’Ente. Vero è che l’Assessorato ha ricercato e conseguito azioni sinergiche oltre che tra i diversi Servizi (urbanistica, lavori pubblici, mobilità), tradizionalmente interdipendenti, anche tra Assessorati al fine dell’efficientamento dell’azione di governo, in linea con il programma di mandato.

La ricerca e la pianificazione di cui sopra hanno, tuttavia, scontato significativi elementi di criticità fortemente limitanti la dimensione quanti-qualitativa degli obiettivi oltre che l’efficacia dell’azione amministrativa, trasversali ai diversi Servizi ricompresi nell’Assessorato.

In sintesi gli stessi sono riconducibili a:

  • carenza di risorse finanziarie a cui si è tentato di sopperire, orientando la programmazione al superamento delle emergenze, acquisendo finanziamenti pubblici e ottimizzando le voci della spesa ovvero incrementando le entrate (utenze, revisione mutui, fiscalità immobiliare, ecc.), in sinergia con l’Assessorato al Bilancio e Patrimonio;
  • carenza della dotazione organica, specie nei ruoli tecnici di categoria D, tale da comportare un carico di responsabilità procedimentali ai limiti del sostenibile con inevitabile rallentamento delle procedure e dilatazione dei tempi di realizzazione degli interventi;
  • avvicendamento nella direzione dei Servizi che ha scontato inevitabilmente le fisiologiche discontinuità specie nell’attività strategica di pianificazione e programmazione;
  • continua evoluzione del quadro conoscitivo delle pregresse attività amministrative poste in capo ai singoli Servizi (l’ultimo aggiornamento della due-diligence è pervenuto in data 16 giugno).

GOVERNO DEL TERRITORIO

Cosa abbiamo trovato

 La precedente amministrazione aveva attivato procedure di revisione per circa 50 piani attuativi in fase di elaborazione/attuazione. L’iniziativa di revisione dei piani attuativi, tra cui i Quartieri “R”, è stata azzerata dagli annullamenti avvenuti con la gestione commissariale (DD.G.M. nn. 205, 206, 207, 208, 209, 210 del 24/05/2016), questo evento ha prodotto un contenzioso amministrativo diffuso ancora sub iudice che impone all’Amministrazione una scelta impellente e sulle modalità di sviluppo della città che non possono prescindere dalla problematica della decadenza dei vincoli imposti dal Piano Regolatore Generale di Piccinato.

  1. Edilizia Residenziale Pubblica.

Abbiamo trovato gli interventi previsti nei Contratti di Quartiere II nelle zone di Nicolosi – Villaggio Trieste e Latina Scalo sospesi per verifiche documentali preordinate all’aggiudicazione definitiva e a causa contenzioso per una di esse che si è concluso con sentenza del Consiglio di Stato dello scorso aprile.

Nell’ambito dell’edilizia sovvenzionata/convenzionata i Piani di Zona su iniziativa dei privati in area rurale sono stati condotti in approvazione per una porzione limitata, soltanto in numero di tre – “Le Rose”,  “Zani” e “Casale dei Pini” – per complessivi 16 ettari e quasi 1600 abitanti con pendente l’assegnazione delle aree, attività già gravosa ma ancor più per un ufficio in cui la carenza di organico è al limite in quanto composto da due unità che si occupano anche dell’ordinaria attività quale alienazione del diritto di superficie. Una rilevanza particolare nell’ambito medesimo riveste il Piano di Zona “Ex SVAR” con procedimento espropriativo indefinito.

  1. Sportello Unico Edilizia

Il Servizio Edilizia Privata presenta notevole carenza di organico acuita dall’incremento di pratiche edilizie afferenti leggi speciali quali il cosiddetto Piano Casa in scadenza il 30 maggio. L’Ufficio Condono edilizio, in seguito all’interruzione del rapporto con i convenzionati, si è trovato nel corso del 2015/2016 con una sola unità operativa assegnataria di tutte le pratiche fino al giugno 2016.

COSA ABBIAMO FATTO E STIAMO PER FARE

 Sono in corso le procedure per l’istituzione dell’Ufficio di Piano, a decorrere dal 19 Giugno 2017 è stato individuato e assegnato il personale che dovrà provvedere alle procedure e che di seguito gestirà l’Ufficio. Nel contempo si sono sviluppate relazioni con la facoltà di Ingegneria Dipartimento Ingegneria Civile Ambientale della Sapienza il quale ha assegnato otto tesi di laurea afferenti gli schemi di assetto della Città e di sue parti funzionali.

Nella considerazione che tutti i piani in aggiornamento compresi quelli annullati costituiscono un patrimonio conoscitivo e di opzioni progettuali di rilevante importanza, è stata avviata un’attività di rivalutazione tecnico progettuale degli stessi, anche mediante il confronto con i tecnici esterni incaricati.

Nel contempo si è attivata la redazione di Schemi Assetto Urbanistico (quadro di riferimento) alle diverse scale di intervento (Territorio, Centro abitato, Marina, Latina Scalo, Borghi e Nuclei Spontanei). Gli schemi vengono elaborati sulla base dell’integrazione dei sistemi della mobilità degli spazi pubblici e del verde per costituire il sistema vertebrale della città al quale si relazionano le attrezzature di servizio e gli insediamenti residenziali, con ciò rendendo complementare la funzione residenziale rispetto alla configurazione degli assetti urbani. In tale prospettiva i piani in formazione nonché quelli annullati potranno assumere valenza attuativa al pari di altri strumenti previsti dalla vigente normativa (Permesso Convenzionato, Programma Integrato d’Intervento, Piano di Edilizia Economica e Popolare, ecc.), soltanto se compatibili nelle trasformazioni proposte con i principi e gli interventi individuati negli Schemi di Assetto configurati. Tale innovativa impostazione, che non ripropone pregresse metodologie basate sul massimo utilizzo delle potenzialità edificatorie, è orientata alla sostenibilità e qualità delle trasformazioni e precede e accompagna il processo di formazione del nuovo strumento urbanistico generale. Inoltre con tale impostazione sarà possibile da subito recepire proposte d’intervento da parte dei privati mediante lo strumento del Programma Integrato d’Intervento confermato e valorizzato dalle norme regionali, di prossima approvazione, per la Rigenerazione Urbana e il Recupero del Patrimonio Edilizio, utilizzabile per la pianificazione di aree interessate da vincoli decaduti.

Progetto “Latina anche Città di Mare”

Avviate le procedure, previa ricognizione della strumentazione vigente, per lo svolgimento dell’attività afferenti le seguenti pianificazioni:

Piano della Costa della unità fisiografica Anzio – Circeo

Piano Urbano Mobilità Sostenibile

Avviate le procedure per il conferimento degli incarichi afferenti la pianificazione strategica e per la progettazione del Parco Porta Nord, nell’ambito dell’omonimo Piano Integrato.

  1. Edilizia Residenziale Pubblica

Sono in corso le attività propedeutiche all’attuazione del Piano di Zona Ex SVAR, è imminente lo svincolo delle somme per la definitiva chiusura dell’esproprio cui seguirà l’assegnazione agli operatori dei lotti.

A breve saranno firmati due contratti inerenti gli interventi relativi al Contratto di Quartiere di Latina Scalo:

LS10 – Realizzazione di un edificio di Edilizia residenziale pubblica a carattere sperimentale per complessivi 12/15 alloggi da destinare a particolari categorie sociali (forze dell’ordine). Per € 1.341.342,85;

LS07 – Realizzazione di un centro polifunzionale adibito a servizi per € 2.018.579,87.

  1. Sportello Unico Edilizia

Sono state protocollate circa 500 DIA tra il 24 e il 31 giugno in scadenza del “Piano Casa” per cui è stata anche disposta un’apertura straordinaria del protocollo.

E’ stato definito e impostato il nuovo progetto obiettivo relativo all’esame delle Pratiche di Condono Edilizio oggetto di danno ambientale con l’impiego di circa 33 unità interne tra amministrativi e tecnici. Tale progetto è collegato principalmente con la zona costiera e rientra nella più ampia prospettiva di ripianificazione dell’intera area.

Le attività su descritte hanno prodotto un incremento degli oneri relativi a DIA, Condono, Edilizia Residenziale Pubblica, incassati al maggio 2017, di € 800.000,00.

Sarà formalizzata l’adesione all’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) con la finalità di portare all’attenzione del dibattito culturale più qualificato le problematiche urbanistiche e in particolare l’implementazione del progetto “Latina Città di mare”.

 COSA VOGLIAMO FARE 

  1. Urbanistica

Piena attuazione dell’Ufficio di Piano/Ufficio Pianificazione, con il supporto di studi e ricerche il quale si avvarrà del laboratorio Abitare la città con la facoltà di Ingegneria Dipartimento Ingegneria Civile Ambientale della Sapienza.

Entro l’anno verrà redatto il Documento d’Indirizzo per le Politiche Urbanistiche, unitamente allo Schema d’Assetto esteso a tutto il territorio comunale.

Tale impostazione non esclude che su impulso di soggetti privati si possano valutare schemi parziali su aree afflitte da specifiche criticità quali carenze di servizi, problematiche infrastrutturali e degrado urbano.

Per gestire gli interventi edilizi compatibili con l’assetto pianificatorio illustrato non si può prescindere dall’approvazione, sulla base del regolamento tipo regionale, del Nuovo Regolamento Edilizio.

  1. Edilizia Residenziale Pubblica

Definitiva assegnazione agli operatori, finanziati dalla Regione Lazio, dei lotti attuativi dei Piani di Edilizia Residenziale Pubblica anche al fine di rispettare le previsioni di bilancio nello specifico riguardanti la manuntenzione straordinaria delle scuole e della viabilità.

  1. Sportello Unico Edilizia

Istruttoria delle pratiche edilizie con particolare attenzione alle pratiche relative al cosiddetto “Piano Casa”.

Completamento del Progetto Obiettivo del Condono e avvio del nuovo progetto con l’affidamento del Servizio all’esterno finalizzato all’assunzione dei provvedimenti definitivi per tutte le pratiche giacenti.

BILANCIO DEL PRIMO ANNO DI AMMINISTRAZIONE, LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI

  1. CRITICITA’ RINVENUTE (cosa abbiamo trovato)
  2. CIMITERO

E’ in corso la ricostruzione del quadro fattuale e giuridico normativa del rapporto in corso tra Comune e Concessionario nonché la verifica finalizzata all’armonizzazione delle norme statali e regolamentari comunali previgenti, concomitanti e/o successive all’instaurato negozio giuridico. Questo al fine di potere sottoporre all’Amministrazione un percorso di risoluzione della problematica, pregressa e perdurante, e quindi avviare una formale interlocuzione con il Concessionario anche eventualmente previa rinegoziazione delle condizioni negoziali ove possibile e conveniente per l’Ente.

  1. METROPOLITANA LEGGERA

Sono state assunte le necessarie determinazioni connesse e derivanti dai due contenziosi in atto e, segnatamente:

  • RG 78807/2014 METROLATINA SPA C/ COMUNE
  • RG 5186/2016 VIA INGEGNERIA SRL C/ COMUNE

promossi per recuperare somme che superano i € 30.000.000,00.

Quanto sopra sia fornendo direttamente contributi tecnici all’Avvocatura dell’Ente sia attraverso specifica consulenza tecnica di parte.

  1. BORGO ANTICO SRL/comune di Latina presso TAR Lazio – Commissario ad acta e relativa proposta transattiva.

Attività di interlocuzione formale con il commissario ad acta.

Attività di consulenza tecnica all’Avvocatura dell’Ente nel contenzioso incardinato dalla Società che aveva richiesto, in origine, circa €1.000.000,00 e alla quale, in sede di primo giudizio, il TAR ha riconosciuto lavori a cura e spesa del Comune per un importo stimato in poco meno di € 300.000,00.

  1. “Revoca del finanziamento regionale di € 10.000.000,00 concesso, ai sensi della L.R. 16/2005, con Det. n° B4930/2005 per la “Realizzazione VIABILITÀ DI P.R.G. LATINA-LATINA SCALO” (Determinazione regionale Infrastrutture e Politiche abitative n.G01609 del 12.01.2017).

E’ stato richiesto, allo stato inutilmente, il riesame della procedura di revoca del finanziamento ovvero in subordine di non dovere restituire anche l’Importo di € 1.000.000,00 concesso a titolo di anticipazione al Comune di Latina in parte già speso, in parte impegnato a favore di Operatori esterni per attività di progettazione.

  1. PALAZZETTO DELLO SPORT – PISCINE

E’ in corso attività ricognitiva, anche di carattere documentale, tesa a determinare in termini analitici le criticità derivanti dalla mai intervenuta separazione delle utenze delle due strutture e, quindi, della non compiuta osservanza degli obblighi assunti dal Comune e dal Concessionario della piscina per effetto della concessione sottoscritta. Si sta delineando, d’intesa con altri servizi, un percorso per ricondurre a norma l’intera struttura.

  1. OPERE PUBBLICHE E LAVORI

B.1 – ATTIVITA’ IN CORSO (cosa stiamo facendo)

  1. Progetto denominato “Latina anche Città di Mare – Volano di riqualificazione urbana” di cui al “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie delle Città Metropolitane e dei Comuni capoluogo di Provincia”.
  2. a) approvazione Programma con atti di G.M. 69/2016 del 23/08/2016 e 93/2016 del 25/8/2016 che si è posizionato al posto n.14 in graduatoria con il punteggio di 78 e conseguito il finanziamento richiesto ed ottenuto pari ad € 18.000.000,00;
  3. b) costituzione e nomina RUP con deliberazione di G.M. n.147 del 13.04.2017;
  4. c) avvio, ed in parte già concluse, delle attività di conferimento incarichi professionali, di acquisizione per le progettualità di livello definitivo dei seguenti interventi:

1.1 “Rigenerazione edilizia dell’ex deposito serbatoi idrovore per la realizzazione di un centro polifunzionale al servizio del centro disabili Tamerici” – per l’importo di € 480.000,00 In corso di predisposizione il progetto definitivo che si conta di acquisire entro la data del 3 luglio

1.2 “Realizzazione rete ciclabile all’interno del circuito marina di latina e strutture funzionali – tratto pedonale via Nascosa-Capo portiere”- per l’importo di € 1.456.000,00

E’ in corso di predisposizione il progetto definitivo che si conta di acquisire entro il 3 luglio così come i prodromici studi geologici.

1.3 Riqualificazione e rifunzionalizzazione  GARAGE RUSPI – per l’importo di € 1.800.000,00

E’ stata riattivata, nel mese di novembre 2016, la procedura per il recupero del finanziamento concesso dalla Soc. ex ARCUS e relativo ad un primo lotto funzionale dell’importo di € 800.000,00 – i cui tempi previsti per la rendicontazione erano scaduti il 13.11.2014. È stato conseguito, inoltre, nell’ambito del Programma delle periferie, il finanziamento ulteriore di € 1.000.000,00 per la predisposizione di un secondo lotto funzionale avendo l’Amministrazione reputato, detta riqualificazione, fondamentale nel sistema urbano quale polo di riferimento per le attività culturale e la funzione museale ivi svoltasi. Sono in corso le attività finalizzate all’affidamento dell’attività di progettazione del secondo lotto e di coordinamento dello stesso a favore del progettista già incaricato della progettazione del primo lotto.

1.4 “Completamento di Via Massaro – per l’importo di € 8.300.000,00

Alla luce del finanziamento, conseguito nell’ambito del Programma, sono in corso l’adeguamento del progetto definitivo e le attività di verifica di assoggettabilità alla procedura di VIA nonché quelle relative all’acquisizione dei numerosi nullaosta/pareri da parte degli Organi preposti alla tutela dei vincoli che interessano l’area di intervento. 

1.5 “Riuso e funzionalizzazione ex scuola di via Varsavia per riattazione a SUAP, Servizio Edilizia Pubblica e Privata, Ufficio Condono” ubicato in Via Varsavia per l’importo di €.1.000.000,00.

Sono in corso le procedure di affidamento dell’incarico di progettazione definitiva con contestuale perfezionamento, dal punto di vista urbanistico, della destinazione urbanistica.

1.6 “Riqualificazione di Via Le Corbusier per l’importo di € 313.000,00

E’ in corso di predisposizione la progettazione definitiva che si conta di approvare entro la data del 3 luglio.              

  1. Completamento “Opere di restauro e risanamento conservativo, consolidamento statico ed adeguamento alle norme dei fabbricati già sede dei guardiani idraulici del consorzio di bonifica di Littoria in località Borgo Sabotino”per l’importo € 900.000,00.

Il lavori sono iniziati a febbraio 2016, sono stati per la gran parte realizzati e il termine previsto  per la loro conclusione è luglio 2017.

  1. Manutenzione straordinaria (1° Lotto) edificio ex Albergo Italia” – da destinare a nuova sede degli uffici comunali del Servizio Programmazione e Bilancio in linea con la politica di contenimento della spesa pubblica (attualmente detti Uffici sono ubicati in immobile in locazione) – per l’importo di € 250.000,00. L’Amministrazione ha stanziato complessivamente, in sede di bilancio e poi in sede di PEG, complessivi € 250.000, di cui € 150.000,00 con mutuo. Il progetto è stato già inviato al Servizio Programmazione e Bilancio per perfezionare la richiesta del mutuo all’esito della quale si provvederà ad assumere la determina a contrarre (entro al massimo 1 mese) ed ad inviare gli atti all’Ufficio gare per l’appalto dei lavori.
  2. Bando Regionale Ex Determinazione Di Giunta Regionale N. 385/2015 Rif. Progetto Denominato “Adeguamento Spazi Culturali, Espositivi E Ricreativi Biblioteca Comunale”per l’importo di € 517.677,08

A seguito della partecipazione all’Avviso pubblico regionale, con il tramite della proposta progettuale approvata con deliberazione di G.M. n. 122 del 08/09/2016, il cui valore complessivo ammonta a € 517.677,08, è stato conseguito il contributo di € 372.293,13.

Attualmente, dopo l’avvio delle procedure di affidamento dell’incarico di integrazione di progettazione definitiva e predisposizione di progettazione esecutiva, nonché per l’affidamento dell’incarico di redazione di relazione geologica, si è resa necessaria una rivisitazione contabile del progetto definitivo già approvato per il superamento di alcune incongruenze rilevate dagli Uffici.

  1. Manutenzione opere finanziate da POR FESR Lazio 2007/2013” “Parco attrezzato Vasco De Gama” inserito nel P.L.U.S. “Marina di Latina” realizzato con fondi POR FESR Lazio 2007/2013 – per l’importo di € 220.000,00

A seguito dei danni perpetrati da ignoti (denuncia del 10/03/2017 prot. comunale n. 21193 del 13/02/2017) nonché alla necessita di ulteriori lavori finalizzati al trattamento, alla verniciatura delle opere in legno e alla realizzazione di relativa recinzione, sono stati predisposti gli elaborati di un progetto di fattibilità tecnico-economica e la proposta di delibera di approvazione dello stesso. 

B.2 – ATTIVITA’ IN PROGRAMMA (cosa faremo entro l’anno) 

  1. “Attivazione richiesta finanziamento per la realizzazione di un primo stralcio funzionale destinato ad ospitare la Biblioteca DIM (Dizionario della Musica in Italia) nell’ambito del compendio “SCUOLA DELLA MUSICA”. Per l’importo di € 2.500.000,00

 L’Amministrazione ritiene tuttora prioritario la valorizzazione dell’area di intervento anche per le ricadute che la stessa può rivestire sul recupero della qualità urbana e lo sviluppo culturale e anche economico della comunità rappresentata. Allo scopo, stante il livello di proposizione progettuale già disponibile, è in corso la rivisitazione progettuale sia per adeguarla alla normativa intervenuta di recente sia per prevedere una diversa redistribuzione degli spazi in considerazione delle nuove opportunità che deriverebbero alla città dalla realizzazione della Biblioteca DIM (Dizionario della Musica in Italia).

Per quanto sopra e al fine di esplorare la possibilità di candidare l’iniziativa progettuale di che trattasi ad eventuale finanziamento del MiBACT.

  1. “Riqualificazione della PIAZZA FOCE VERDE” finanziata con i fondi derivanti dal ristoro nucleare ex legge 268/2003 per l’importo di € 170.000,00.

E’ in corso la predisposizione della progettazione coordinata con gli interventi in programma relativamente agli impianti di illuminazione presenti e a quelli di residuali  degli interventi finanziati nell’ambito del PLUS.

  1. ENERGIA 

C.1 – ATTIVITA’ IN CORSO (cosa stiamo facendo)

  1. Predisposizione ed attuazione del Piano di razionalizzazione delle spese di funzionamento triennio 2016/2018 – telefonia fissa e mobile, proposta di deliberazione della GM n.856 del 10/11/2016. Le risultanze di detto Piano, tuttora in corso, hanno comportato:
  2. disdette di 157 linee;
  3. coordinamento con il CED per stesura fibra ottica tra la sede comunale di Piazza del Popolo e le sedi comunali di Via Varsavia e di Via Romagnoli, per consentire un miglioramento della connettività informatica e telefonia tra le sedi comunali;
  4. restituzione di somme, all’uopo storicamente impegnate dal Servizio Programmazione e bilancio relative alla telefonia fissa per un importo complessivo pari ad € 283.034,50. 
  1. Accordo quadro CONSIP – E’ stata predisposta la documentazione per aderire all’Accordo quadro in modo da conseguire una gestione integrata pluriennale del servizio relativo agli impianti di pubblica illuminazione (circa 14.000 punti luce) affidando ad uno stesso Soggetto sia la manutenzione ordinaria che straordinaria oltre che l’acquisito della fornitura di energia elettrica e gli interventi di riqualificazione energetica, verso un corrispettivo annuo che, comparato con la spesa storica, consente di conseguire economie non irrilevanti sia in termini procedimentali (si gestisce un solo contratto) che economici. Riguardo a quest’ultimo e limitatamente alle voci di intervento comparabili (manutenzione ordinaria e acquisto energia) a parità di punti luce, confrontando la spesa dell’ultimo anno di gestione con quella prevista nel nuovo appalto si conseguirà un risparmio pari a circa il 17%.

Quanto sopra impegnando un importo complessivo, in ipotesi di impegno novennale, di circa € 25.000.000,00, previa approvazione della relazione ex art. 34, comma 20, del D.L. n.179/2012, convertito in Legge n.221/2012 che ne detta la disciplina al fine di assicurare, per i servizi pubblici locali di rilevanza economica, il rispetto della disciplina europea. 

C.2 – ATTIVITA’ IN PROGRAMMA (cosa faremo entro l’anno)

Prosecuzione dell’attività di ottimizzazione della spesa relativa a tutte le utenze dell’Ente.

Avvio, con il tramite dell’adozione di apposita deliberazione di Consiglio Comunale, della procedura di riscatto degli impianti ENEL SOLE (circa 700) in maniera da poterne acquisire la titolarità e quindi provvedere ad una gestione unitaria degli impianti presenti nell’intero perimetro amministrativo; ai sensi del D.P.R. 902/1986 (artt. 8-14) privilegiando, ove possibile, le intese bonarie.

Completamento delle attività conseguenti a detto provvedimento consiliare di riscatto che prevedono la verifica dello stato di consistenza redatto dalla Società, il contraddittorio conseguente finalizzato alla determinazione del valore di riscatto, la materiale consegna degli impianti

Attività connesse e conseguenti all’affidamento del servizio della PI. 

  1. EDILIZIA SCOLASTICA

D.1 – ATTIVITA’ IN CORSO (cosa stiamo facendo)

  1. Recupero finanziamenti della REGIONE LAZIO – “DGR n.42/2015 Programma straordinario di interventi per il recupero e la messa in sicurezza dell’edilizia scolastica” per:
  • “Lavori di adeguamento alle norme di sicurezza della Scuola Elementare “E. De Amicis” di via Col di Lana“ – €. 530.000,00
  • “Lavori di adeguamento alle norme di sicurezza della Scuola Materna di via Milazzo“ – €.345.000,00
  • “Lavori di adeguamento centrali termiche edifici scolastici” – €. 532.000,00

Sono stati predisposte le progettazioni definitive e assunte le relative determine a contrarre. Le attività successive previste sono:

  • trasmissione atti progettuali alla Regione Lazio per la validazione;
  • trasmissione atti ufficio Gare e Appalti per la gara relativa all’appalto integrato (progettazione esecutiva e realizzazione) degli interventi.

Conclusione prevista settembre 2017.

  1. “Lavori di adeguamento alle norme di sicurezza della Scuola Materna di via Pasubio“

I lavori – per l’importo di €. 359.656,00.

Sono stati già appaltati e a breve avverrà la consegna per l’avvio.

  1. Attivazione delle richieste di erogazione di mutui per il miglioramento sismico ed efficientamento energetico degli edifici scolastici presso la REGIONE LAZIO – Programma Mutui BEI del MIUR:
  2. Scuola Elementare Prampolini – € 1.145.610,00
  3. Scuola Elementare Mazzini – € 919.888,00
  4. Scuola Elementare G. Giuliano – € 1.141.900,00
  5. Scuola Media Corradini – € 1.444.727,00

Si è in attesa di ricevere comunicazione formale di accoglimento dell’istanza.

  1. Manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti gli edifici scolastici e comunali per un numero di interventi annui stimati, in difetto, in circa 500 (di cui parte finalizzati al rifacimento manto impermeabilizzazione per una superficie complessiva circa mq 3500) verso una spesa complessiva liquidata di € 500.000,00.

D.2 – ATTIVITA’ IN PROGRAMMA (cosa faremo entro l’anno)

  • Completamento procedure finalizzate al mantenimento dei finanziamenti conseguiti e, quindi, appalto dei relativi lavori
  • Predisposizione gara per l’appalto della manutenzione ordinaria e straordinaria con i fondi effettivamente disponibili nell’immediatezza
  • Predisposizione accordo quadro pluriennale per la gestione intergrata degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici pubblici, non appena si perfezioneranno le entrate previste in sede di bilancio (mutui, alienazioni, ecc)
  1. EDIFICI PUBBLICI

E.1 – ATTIVITA’ IN CORSO (cosa stiamo facendo)

  1. Riapertura del Teatro Comunale “G. D’Annunzio” a seguito dell’avvio del programma di interventi di adeguamento alle norme antincendio concordati con i Vigili del Fuoco.

Sono in corso le attività tese al superamento delle criticità segnalate dai Vigili del Fuoco al fine di acquisire un parere per una stabile riapertura della struttura, allo stato a carattere temporaneo.

  1. Lavori di manutenzione straordinaria e di adeguamento dell’impianto antincendio del Mercato Annonario di Via Don Minzoni.

Intervento concluso nei termini stabiliti.

  1. Acquisizione finanziamento regionale (cfr nota del 12.06.2017 di prot.n. 297754) pari ad € 582.830,00 per i “Lavori di ristrutturazione per messa in sicurezza facciate dei Teatri comunali ubicati nel Palazzo della Cultura” – per l’importo di € 652.830,00 (€ 70.000,00 finanziati con fondi di bilancio).

E’ in corso la predisposizione degli atti necessari all’affidamento della progettazione, attesi i tempi stringenti concessi per accettare il finanziamento, predisporre la progettazione definitiva/esecutiva da rimettere alla Regione completa di dichiarazioni e validazioni. (30 giorni)

  1. Lavori di adeguamento alle normative prevenzione incendi per ottenimento certificato prevenzione incendi (CPI) – Teatro Comunale “G. D’annunzio” sito nel Palazzo della Cultura di Latina” per complessivi € 178.000,00.

I lavori sono stati appaltati e avviati. Allo stato, sono sospesi per la verifica delle criticità relative alla riduzione della superficie destinata a palcoscenico.

E.2 -ATTIVITA’ IN PROGRAMMA (cosa faremo entro l’anno)

– Completamento procedure finalizzate al mantenimento dei finanziamenti conseguiti e, quindi, appalto dei relativi lavori

– Predisposizione gara per l’appalto della manutenzione ordinaria e straordinaria con i fondi effettivamente disponibili nell’immediatezza

– Predisposizione accordo quadro pluriennale per la gestione intergrata degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici pubblici, non appena si perfezioneranno le entrate previste in sede di bilancio (mutui, alienazioni, ecc)

  1. STRADE

F.1 – ATTIVITA’ IN CORSO (cosa stiamo facendo)

Oltre ad eseguire interventi di manutenzione stradale “ordinaria” (compianamento buche, sostituzione coperchi pozzetti, rifacimento segnaletica scolorita ecc..) e tutte le opere di segnaletica stradale, tra cui da ultimo l’inversione del senso di marcia su Via Lungomare Pontino, tratto via Casalina – Foceverde, sono stati realizzati lavori di manutenzione straordinaria mediante la sostituzione del tappetino di usura di alcuni tratti e strade per una superficie complessiva di mq 78.000,00 ed un corrispondente importo di circa € 1.000.000,00.

F.2 – ATTIVITA’ IN PROGRAMMA (cosa faremo entro l’anno)

Predisposizione accordo quadro pluriennale dell’importo di oltre € 1.100.000,00 per la gestione intergrata degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici pubblici, non appena si perfezioneranno le entrate previste in sede di bilancio (mutui, alienazioni, ecc).

  1. IMPIANTI SPORTIVI

G.1 – ATTIVITA’ IN CORSO (cosa stiamo facendo)

  1. Stadio Comunale

Dopo il dissequestro del basamento dell’ampliamento della gradinata est dello Stadio “D. Francioni”, è stato completato l’appalto con il montaggio della tribuna metallica e l’ultimazione di tutte le opere accessorie e conseguita l’agibilità.

  1. Palazzetto dello Sport – Piscine

È stato affidato l’incarico della progettazione esecutiva per la definitiva separazione delle utenze termiche (con la realizzazione di una nuova centrale termica esclusivamente a servizio della palestra – palazzetto e con l’adeguamento della vecchia centrale termica in due locali separati, uno a servizio delle piscine scoperte e l’altro a servizio della piscina coperta). Il progetto è stato consegnato ed è attualmente in corso l’istruttoria per la sua definitiva approvazione.

È stato predisposto un progetto di fattibilità tecnico – economica per l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria dei locali spogliatoi della palestra; anche in questo caso si sta provvedendo alla redazione del provvedimento di approvazione.

E’ in corso analisi dettagliata consumi al fine di operare una congrua ripartizione delle stesse con riferimento alle due strutture le cui utenze non risultavano essere state separate.

G.2 – ATTIVITA’ IN PROGRAMMA (cosa faremo entro l’anno)

Reperimento delle risorse necessarie all’esecuzione dei lavori attraverso mutui (all’esito dell’attività di revisione predisposta d’intesa con il Servizio Programmazione e Bilancio) ovvero finanziamenti pubblici – Protocollo di intesa ANCI – Credito Sportivo.

BILANCIO DEL PRIMO ANNO DI AMMINISTRAZIONE – TRASPORTI 

Cosa abbiamo trovato

Un servizio di TRASPORTO PUBBLICO LOCALE espletato in regime di proroga da 6 anni e verso un corrispettivo di oltre € 20.000.000 di cui l’80% con finanziamento a carico della Regione Lazio.

La realizzazione del previsto impianto di METROPOLITANA LEGGERA sospesa a causa dei due contenziosi in atto e, segnatamente:

  • RG 78807/2014 METROLATINA SPA C/ COMUNE
  • RG 5186/2016 VIA INGEGNERIA SRL C/ COMUNE

promossi per recuperare somme che superano i € 30.000.000,00. 

Cosa stiamo facendo

E’ in corso di pubblicazione la gara per un nuovo servizio di trasporto pubblico locale dell’importo di circa € 24.000.000,00.

E’ in corso l’attività di collaborazione intersettoriale con il Servizio Pianificazione urbanistica per lo svolgimento delle attività redazionali del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS).

 

 

 

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti