Pontinia in blu per la consapevolezza dell’autismo. Domenica speciale con l’associazione “Coinvolgimi”

Il colore della locandina è blu, come le luci che il 2 aprile 2018 hanno illuminato i principali monumenti del mondo in occasione della XI Giornata della consapevolezza dell’autismo indetta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2007. A Pontinia una domenica speciale, organizzata dall’associazione Coinvolgimi onlus, andrà in scena l’8 aprile, con il patrocinio del Comune di Pontinia – assessorato alle Politiche sociali -, in collaborazione con il Centro comunale di aggregazione giovanile coordinato dalla cooperativa Ninfea.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, i disturbi dello spettro autistico colpiscono nel mondo un bambino su 160. E l’incidenza è in aumento. Per quanto riguarda l’Italia le stime sono basate sulle rilevazioni dei casi trattati dal Sistema sanitario nazionale con diagnosi dei disturbi pervasivi dello sviluppo. L’ospedale Bambino Gesù di Roma ha annunciato di recente la nascita di un network internazionale per sviluppare e condividere protocolli di valutazione, diagnosi e trattamento. L’obiettivo è ridurre le grandi disparità a livello globale nella ricerca scientifica sull’autismo e nell’accesso alle terapie. La ricorrenza, istituita dall’Onu, ha lo scopo di aumentare la consapevolezza su una malattia le cui diagnosi sono ancora difficili e che crea difficoltà nell’inclusione di chi ne è affetto. Lo sanno bene le famiglie che quotidianamente hanno a che fare con l’autismo.

I genitori che a Pontinia e a Sabaudia si sono riuniti nell’associazione “Coinvolgimi” intendono portare all’attenzione di tutti non solo le difficoltà che vivono nel gestire i figli autistici ma anche e soprattutto rendere consapevole l’opinione pubblica che l’inclusione per i bambini diversi è a portata di mano. “Il nostro scopo – afferma Barbara Crucianelli, presidente dell’associazione – è finalizzato a che i nostri bambini possano essere integrati all’interno delle attività scolastiche, sportive e ludiche in modo da potersi esprimersi al pari dei coetanei e uscire da quell’isolamento apparente che li contraddistingue. La nostra esperienza ci consente di affermare che se presi per mano, sembra una stupidaggine ma non lo è affatto, e coinvolti nelle maniere giuste, i bambini autistici possono svolgere le attività al pari degli altri e in alcuni casi anche meglio”.

L’iniziativa organizzata a Pontinia, che sarà replicata domenica 22 aprile anche a San Felice Circeo, si presenta come una festa ma vuole rappresentare una campagna di sensibilizzazione in linea con la giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo. L’appuntamento è alle 14.30 in piazza Indipendenza per la registrazione dei bambini partecipanti (previsto un contributo di 5 euro per la dotazione di un cappellino e della merenda, zucchero filato compreso). Nel corso del pomeriggio i bambini saranno coinvolti in una passeggiata collettiva fino a piazza Kennedy con la partecipazione della banda musicale “Gabriele De Iulis” e delle majorette “White Flower”. Durante il percorso è prevista una sosta davanti al museo Map dove sarà presente un allestimento di auto d’epoca da parte della delegazione Lazio Bianchina Club. Qui a cura dell’associazione Motociclisti Littoriani Liberi sarà allestito un circuito per la pratica della “mototerapia”. Al rientro in piazza l’esibizione delle majorette e poi la sospirata merenda. Dunque, il via ai laboratori. Si partirà con la danza, con le attività organizzate dalla Ninfea, art decor con Angela Longhitano e le maestre Assunta, Danila e Francesca. Previsti inoltre i laboratori “fiori di cartapesta” e “forme di polistirolo” e una gara di pittura su tela. Le attività ludiche saranno seguite dai ragazzi del gruppo scout Cngei. L’evento avrà luogo in simultanea con la manifestazione “Non chiamatemi chef”.

Numerosi gli sponsor della domenica speciale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti