Arpalo, le operazioni sospette tra l’Italia e la Svizzera

Da sinistra i sostituti procuratori Giuseppe Bontempo, Claudio De Lazzaro e Luigia Spinelli, il procuratore capo Andrea De Gasperis, il colonnello Michele Bosco e Gianluca Filippi del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza

Lo sviluppo di numerose segnalazioni per operazioni sospette e l’analisi dei flussi finanziari condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Latina con il qualificato apporto del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza ha permesso di ricostruire l’ingente provvista generata in Italia, successivamente trasferita in territorio estero (elvetico). E’ il dettaglio emerso nell’ambito delle indagini che oggi hanno portato all’operazione Arpalo con l’esecuzione di 13 misure cautelari tra Latina e Roma per frode fiscale, riciclaggio e al trasferimento fraudolento di valori e alla bancarotta. Di seguito un passaggio della conferenza stampa.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti