A Minturno un’oasi naturalistica per la riproduzione di tartarughe marine. Parte la petizione

“Milioni di tonnellate di rifiuti continuano a soffocare i mari e le spiagge, un fenomeno che non risparmia nessun territorio mettendo in serio pericolo l’ecosistema e la grande ricchezza naturalistica del nostro territorio” Ad affermarlo è Dino Zonfrillo, presidente di Legambiente Circolo Verde Azzurro Sud Pontino, l’organizzazione territoriale di Legambiente Nazionale che opera sui sette comuni del Basso Lazio da Gaeta fino a Castelforte e che lo scorso inverno e stata la prima a scoprire e denunciare lo sversamento in mare degli ormai  famosi dischetti sfuggiti dalle vasche di un depuratore di un centro della Campania e che sotto la spinta delle correnti marine si erano spiaggiate su un vasto territorio con segnalazioni dalla Campania fino alla Toscana e la Sardegna.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica  verso questo dannoso fenomeno che non accenna a diminuire  provando danni alle creature marine a rischio di estinzione – cetacei, mammiferi e rettili marini – e anche alla salute umana entrando queste plastiche nella catena alimentare, il circolo Legambiente in collaborazione con il Parco Riviera di Ulisse,  si è fatto promotore di una iniziativa denominata “Spiagge e fondali puliti ” a cui parteciperanno studenti e docenti di istituti superiori e medi dei comuni di Minturno, Castelforte e Santi Cosma e Damiano e anche  con associazioni della vicina Formia.
Tutti si sono dati appuntamento sulla spiaggia di Monte D’Argento a Marina di Minturno alle ore 10,00  per dare vita  nella mattinata di venerdì 25,  a una raccolta di rifiuti spiaggiati e di altri depositati sul fondale marino. Infatti mentre gli studenti delle scuole e le associazioni, anche liberi cittadini, opereranno da terra, un team di subacquei della Associazione A.S.D. Into the Blue Diving effettuerà immersione nello specchio di mare  del Monte D’Argento coadiuvati dalle imbarcazione del Club Nautico Garigliano.
Testimonial della manifestazione il Basket Scauri formazione di campionato di serie B.
Partecipano gli studenti del Liceo Scientifico L.B. Alberti di Minturno, del I.T.C. B.Tallini di Castelforte e dell’Istituto Comprensivo G.Rossi di Santi Cosma e Damiano e le associazioni Levante di Monte D’argento,Comunità Marica, Comunità Insieme, Associazione Persone Down, Comitato Colombo, Centro Diurno Arca di Noè e A.S.D. Club Nautico Garigliano.
Non  a caso  i motivi della manifestazione sulla spiaggia di Monte D’Argento sono due.
Il primo è che  le incantevoli  spiaggette  sono state insignite, da qualche giorno,  dell’ambito riconoscimento del concorso nazionale “Le Più Belle Spiagge di Italia ” contest Sammontana.
Il secondo è perché gli ambientalisti propongono di istituire proprio su quelle spiagge  una  oasi naturalistica dedicata alla riproduzione delle tartarughe marine della specie Caretta caretta come quella liberata a Scauri la scorsa estate. Quella iniziativa fu promossa da Legambiente, Parco Riviera di Ulisse, Tarta Lazio e Centro  di Zoologia Marina  Anton Dorm di Napoli. Venerdì partirà una sottoscrizione.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti