Calcio giovanile a Pontinia: domani il gran finale del “Memorial Riccardo Caporuscio”

Il Fondi vincitore dell'edizione 2017

Pontinia si appresta a vivere il gran finale della dodicesima edizione del “Memorial Riccardo Caporuscio”, rassegna di calcio a 11 juniores che quest’anno ha fatto registrare un record di presenze sugli spalti dello stadio intitolato all’indimenticato calciatore prematuramente scomparso. Il comitato organizzatore ha preparato tutto nei minimi dettagli e c’è da scommettere che domani andrà in scena l’ennesima grande festa di sport. A partire dal pomeriggio, con il quadrangolare dedicato alla categoria Pulcini, giunto alla decima edizione. Dalle 15,30 scenderanno in campo i campioncini classe 2007 di Pontinia, Antonio Palluzzi, Faiti 2004 e Samagor, che daranno vita ad una serie di sfide sette contro sette da 20 minuti l’una, con la novità dell’autoarbitraggio appena introdotta dalla Figc. Al termine delle gare, intorno alle 18, sarà redatta la classifica finale in base ai punteggi stabiliti dal regolamento. A seguire partiranno i preparativi per la finalissima del torneo Juniores, in programma alle 20.30 e preceduta da una breve cerimonia. A contendersi il titolo saranno l’Hermada di mister Pannozzo e il San Michele e Donato di Stefano Rossi: da una parte i giustizieri del quotato Terracina e del Faiti 2004, dall’altra la formazione del patron Rinaldi, già finalista lo scorso anno, chiamata a riscattare la sconfitta con il Fondi, detentore del titolo. La festa culminerà con la cerimonia di premiazione e con un finale pirotecnico.

Il resoconto delle semifinali

Nella prima semifinale l’Hermada è riuscito a spuntarla sul Faiti 2004 al termine di una gara tiratissima. L’undici di Pannozzo è partito subito forte costruendo un’occasione con Zandonà, vero mattatore della serata: il tiro al volo dell’esterno, innescato da un cross proveniente dalla sinistra, è stato ribattuto in mischia dai difensori avversari. Il Faiti ha risposto con un’incornata di Babbo spentasi di poco al lato, ma subito dopo l’Hermada ha sbloccato il punteggio sugli sviluppi di una punizione battuta da Cullhaj, il cui spiovente sotto porta ha trovato la sfortunata deviazione di Bernazza nella propria rete. In seguito l’undici di Boschet ha invocato la concessione di un penalty per un’uscita di Paolessa su Coia ritenuta irregolare. A seguire Igbinoba ha avuto a disposizione la palla del pareggio sfruttando un errato retropassaggio di un avversario, ma si è fatto ipnotizzare dal portiere in uscita. Allo scadere della frazione, comunque, il team di Favaretto ha centrato il meritato 1-1 con il solito Coia, bravo a deviare al volo un cross dalla destra. In avvio di ripresa, però, è salito in cattedra Zandonà, fermato da uno strepitoso Banin su un fendente in corsa. Nel successivo contropiede Coia ha impegnato Paolessa con un colpo di testa ravvicinato e a seguire Banin si è ripetuto su un tiro cross di Bellissimo. Alla mezzora l’episodio decisivo, originato da una ripartenza di Zandonà: partito dalla linea mediana, dopo aver vinto un paio di contrasti, il fantasista con la stessa maglia e lo stesso nome del compianto Caporuscio ha impegnato Banin in una non facile respinta e al secondo tentativo è riuscito ad insaccare. Zandonà ha poi concesso il bis sfornando un assist al bacio per Vitiello: anche in questo caso Banin si è opposto da campione, ma sulla sua respinta si è avventato Palmieri che anticipando tutti ha siglato il 3-1 facendo calare definitivamente il sipario.:

FAITI2004 – HERMADA 1-3

FAITI 2004: Banin, Ghion, Roani, De Nardis, Babbo, Venditti, Bernazza, Mardegan, Igbinoba, Coia, Viele. A disposizione: Cicchiello, Masi, chiariello, Proietti D. , Proietti A., Cirulli, Pesce. All. Boschet

HERMADA: Paolessa, Bellissimo, Di Vito, Tassini, Parisella, Di Cicco, Zandonà, Chullaj, ghiraldo, Palmieri, Antonelli. A disposizione Pandozzi, Alla, Amadio, Carocci, Zomparelli, Vitiello. All. Pannozzo

Marcatori: Autogol Bernazza(Faiti), Coia (Faiti), Zandonà (Hermada) Palmieri (Hermada)

Arbitro: Ermanni della sezione Aia di Latina

Assistenti: Caputo e Ciccarelli

La seconda semifinale è stata caratterizzata da un grande equilibrio e da una notevole tensione agonistica. Il Pontinia ha provato a far valere il fattore campo affidandosi alla coppia gol Cappelletti-Mazzella, ma alla fine il San Michele e Donato ha saputo imporre la sua maggiore compattezza. La prima frazione è terminata a reti bianche e senza particolari sussulti, fatta eccezione per un colpo di testa di Cappelletti finito di poco sopra la traversa e per una punizione dal limite spedita d’un soffio al lato da Rinaldi. Tutt’altra musica nella ripresa, per la gioia di un pubblico straripante sugli spalti. La squadra di Stefano Rossi ha inflitto un micidiale uno-due agli amaranto, nel giro di 12 minuti: all’8 Cipriano ha raccolto un cross di testa anticipando Cerocchi e deviando in rete, nonostante le proteste dei locali per un presunto fuorigioco; subito dopo Michelazzo ha finalizzato un micidiale contropiede con uno stop al volo e una beffarda traiettoria indirizzata sotto l’incrocio dei pali. Il Pontinia ha accusato il colpo ma ha saputo comunque reagire: prima si è visto annullare un gol per un off side segnalato su una mischia in area borghigiana, poi ha accorciato le distanze sfruttando un penalty concesso per fallo su Falcone, trasformato dallo stesso attaccante. Nel concitato finale il direttore di gara si è visto costretto ad espellere per reciproche scorrettezze Cappelletti e Gori. Nei minuti conclusivi il San Michele e Donato ha chiuso i conti con l’ennesima, fatale ripartenza interrotta da un fallo in area: dal dischetto Tornesi è stato impeccabile, rendendo vana qualsiasi reazione in extremis del Pontinia, spronato dal rosso ad Improta ma incapace di riaprire i conti.

PONTINIA – SAN MICHELE E DONATO 1-3

PONTINIA: Cerocchi, Mancini, Morosillo, Ragni, Bottoni M., Fontana, Cappelletti, Falcone, Mazzella, Bottoni A., Finamore. A disposizione: Cantiello, Margarita, Mauti, Piersanti, Di Girolamo, Recchiuti, Tiritera. All. Sugamosto

SS.MICHELE E DONATO: Giustini, Noce, Zanetti, Prezioso, Gosi, Mason. Cipriano, Rinaldi L., Rinaldi R. Michelazzo, Tornesi. A disposizione Carniel, Improta, Facci, subiaco. Di Girolamo, Ceti, Mollo. All. Rossi

Marcatori: Cipriano (SMD), Michelazzo (SMD), Falcone (P), Tornesi (SMD)

Espulsi: Gori e Improta (SMD) – Cappelletti (P)

Arbitro De Giovanni – assistenti Fontana e Battisti, tutti della sezione AIA di Latina

LE VOSTRE OPINIONI

commenti