Caccia al ladro ad Aprilia finita in tragedia: marocchino picchiato, indagati in due per omicidio preterintenzionale

L’uomo morto ad Aprilia lungo la via Nettunense, all’altezza della stazione ferroviaria di Campo di Carne, nella notte tra sabato e domenica, sarebbe stato picchiato da due dei tre suoi inseguitori poco prima che spirasse. E’ quanto rilevano le immagini delle telecamere acquisite dai carabinieri e confermato da alcuni testimoni. Sarà l’autopsia sul corpo della vittima a chiarire se il decesso sia stato provocato dalle percosse o dalle ferite riportate a seguito dell’incidente stradale avvenuto pochi istanti prima dell’aggressione fisica. Per ora i due aggressori, entrambi 40enni di Aprilia, incensurati, sono stati indagati a piede libero per omicidio preterintenzionale. La persona deceduta è un marocchino di 43 anni, già noto alle forze dell’ordine: aveva con sé uno zaino con arnesi da scasso.

La vittima insieme ad un’altra persona, a bordo di una Renault Megane, erano inseguite da un’altra vettura sulla quale viaggiava il gruppo di tre. La Megane era stata notata nella zona di via Guardapasso con andamento sospetto e i tre avevano deciso di tenerla d’occhio, mentre alla sala operativa del 112 giungevano telefonate per segnalare il fatto. Raggiunta la via Nettunense, la Megane inseguita era uscita fuori strada finendo contro un muretto. Il conducente era scappato a piedi, l’altro, il marocchino invece era uscito dall’abitacolo malconcio ed era stato preso a calci e pugni da due del gruppo. Il decesso è sopraggiunto poco dopo.

All’arrivo dei carabinieri lo straniero è stato trovato già privo di vita; il personale del 118 intervenuto costaterà infatti il decesso a seguito di traumi.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti