Latina, tutti a scuola. La giunta comunale fa il punto su edilizia e servizi

La campanella delle scuole sta per richiamare tutti al proprio dovere: alunni, genitori, insegnanti, presidi e istituzioni. Ognuno si sta organizzando e preparando al meglio. Anche il Comune quest’anno si è organizzato per non farsi trovare impreparato. In una conferenza stampa congiunta, gli Assessori competenti, della pubblica istruzione e dei lavori pubblici, spiegano a che punto è la situazione delle aule, dei trasporti e delle mense. Ranieri e Gianmarco raccontano di incontri e sopralluoghi avvenuti in questi mesi un po’ dappertutto “perché i ragazzi di oggi non sono il futuro di questa città, ma il presente”, dicono.

Partiamo dai trasporti. Sono le scuole a fare richiesta di scuolabus sia per gli alunni, sia per i disabili. L’anno scorso non tutte le domande vennero esaudite. Quest’anno invece è tutto a posto, assicurano. Come è a posto, il rimborso dei libri. La Regione ha già pubblicato il bando: “e noi per la prima volta entro il mese di settembre potremo avviare l’avviso per il rimborso dei libri acquistati alle famiglie con un Isee al di sotto dei dieci mila euro”.

Ci preoccuperemo anche degli studenti in difficoltà, assicurano. Sono disponibili 5mila euro per aiuti ai disabili, altre 5mila euro per l’acquisto dei libri in comodato d’uso e daremo battaglia alla dispersione scolastica, con il progetto “Nina va a scuola” assicurano.

Un aiuto importante al funzionamento dei servizi verrà dall’informatica. Ed era ora. Le mense sono state messe tutte in rete e il pagamento potrò avvenire con PagoPa. Niente più code e niente più furbetti. E soprattutto niente più evasione, soprattutto per chi può. Ogni bambino avrà il suo portale e sarà tutto molto più chiaro. Così come sta avvenendo ora, hanno detto, ci incontreremo mensilmente con tutti i dirigenti scolastici, avviando oltretutto anche un percorso educativo che porti tutti le persone a un confronto corretto tra loro. Il progetto si chiama “la comunicazione non ostile” e sono previste lectio magistralis tenute da personalità internazionali “sulla parola a scuola e nella politica”, a tutti gli insegnanti. Ed eccolo il “Manifesto della comunicazione non ostile”. E’ ovviamente riferito al mondo social. A una educazione sempre più carente. Agli insulti a catena. A qualcosa che comincia a sfuggire di mano. E quindi come ci si dovrebbe comportare? L’invito è a dire o scrivere in rete solo cose che si ha il coraggio di dire di persona. Si è ciò che si comunica. Prima di parlare bisogna ascoltare. Le parole hanno conseguenze. Gli insulti non sono argomenti, etc. Parallelamente a tutto ciò, verrà avviato anche il percorso per la cittadinanza per i piccoli cittadini.

Veniano ai numeri. Ai soldi, insomma. Sono stati sbloccati 950 mila euro per sistemare gli asili nido. E tanti i lavori effettuati negli istituti omnicomprensivi come per esempio il rifacimento dei bagni al Cena e le coperture e impermeabilizzazioni al Tasso e in via Po. E’ stata fatta una mappatura della situazione antincendio. Durante l’estate sono stati installati alcuni ascensori e sostituita qualche caldaia. Ad agosto di quest’anno sono stati stanziati più di 5milioni di euro e ne sono stati impegnati 941mila. Insomma qualcosa c’è e si è fatto. Una novità riguarda l’abolizione della plastica nelle mense. Non più usa e getta e altri prodotti non biodegradabili, come sta accadendo ormai un po’ dappertutto, ma lavastoviglie ovunque, assicura la Isotton. Un cambio di passo importante e perfettamente in linea con la direttiva europea e con quanto chiedono da anni Legambiente e Greenpeace con il programma Break Free From Plastic, nelle scuole e non solo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti