Latina, le foto choc della sede di Abc. Solidale con gli operai assunti e non, Forza Italia chiede le dimissioni di Lessio

“La chiamano isola ecologica di via Bassianese e dovrebbe rappresentare la base operativa dell’Abc Latina. Invece è un concentrato di rifiuti stoccati, sparsi a terra su piattaforme improbabili cosparse di un liquido nauseabondo, in mezzo a un cimitero di cassonetti spaccati e mezzi in disuso con perdite di olio e compattatori pronti al servizio nonostante una visibile precarietà”.

La raffica di foto, che pubblichiamo a margine di questo spazio, ci viene fornita dalla consigliere Giovanna Miele, insieme alla descrizione della sede di Abc. Non più tardi di ieri in commissione Trasparenza la testimonianza di un dipendente dell’azienda speciale che ai commissari dell’organismo presieduto da Matilde Celentano ha riferito di condizioni di lavoro inimmaginabili, sia in termini di sicurezza che igienico-sanitarie.

Nelle foto fornite si notano i bagni riservati al personale dell’Abc, dove il piastrellato assume un colore verde per via del muschio mentre la carta igienica è poggiata a terra accanto alla toilette turca. Insomma, per la consigliera di Forza Italia e l’intero gruppo consiliare del partito azzurro la scena è da terzo mondo. “Sono sconcertata. L’azienda speciale per i Beni Comuni di Latina a cui è stato affidato il servizio di igiene urbana – afferma Miele – è essa stessa in primis bisognosa di bonifica. La gestione fuori controllo emersa ieri in commissione Trasparenza, a riprova di quanto da noi sospettato da mesi, si riflette sulle condizioni in cui versa la propria sede e sul servizio ridotto ai minimi termini prestato alla città. A patire questa situazione sono anche gli operai a cui vengono chiesti sacrifici enormi sia per le ore di servizio che per i diritti non più garantiti, come ad esempio i buoni pasto”.

“Quello che ho visto – ha dichiarato la consigliera Miele – è grave e sembra contrastare con le norme europee, nazionali e regionali in tema di rifiuti e di sicurezza e igiene e violare le norme di diritto di lavoro. Per non parlare poi della dignità umana”.

Forza Italia, nell’auspicare un immediato ripristino delle condizioni di vivibilità all’interno della sede operativa dell’Abc, chiede un passo indietro dell’assessore all’Ambiente Roberto Lessio che ieri ha dichiarato in commissione, salvo poi smentirsi da solo, di essere venuto a conoscenza soltanto il giorno prima della relazione dell’ex dirigente Sergio Cappucci sulle gravi inadempienze dell’Abc rispetto al servizio regolato dal contratto con il Comune: “Lessio si dimetta subito”.

“Il modello dell’azienda speciale targata Latina Bene Comune – dicono gli esponenti di Forza Italia – si sta trasformando in un incubo per la città, i cittadini e i lavoratori. Ci auguriamo che l’amministrazione comunale e il consiglio di amministrazione alla guida dell’Abc sappiano al più presto porre rimedio a questa gravissima situazione in cui versa l’azienda speciale, sia in termini di gestione che di servizio, i cui costi sono interamente sostenuti dagli utenti del servizio”.

Miele, infine, chiede al sindaco Damiano Coletta di chiarire al più presto, visto che ieri Lessio sul quesito non ha risposto, se sussistono ancora le condizioni per il riassorbimento di tutti gli interinali, che per anni hanno lavorato alla Latina Ambiente, come loro promesso da questa amministrazione comunale.

“Ai dipendenti che si trovano a lavorare nelle precarie condizioni dell’Abc e agli operai interinali rimasti senza lavori va tutta la nostra solidarietà e vicinanza”, concludono gli esponenti di Forza Italia.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti