Latina, negozi al posto del centro meccanografico e nuove volumetrie in vista. Zuliani interroga Castaldo

L'assessore Francesco Castaldo e la consigliera Nicoletta Zuliani

A proposito di nuove superfici commerciali a Latina… La consigliera di opposizione Nicoletta Zuliani interviene nuovamente (qui il precedente intervento) sul permesso a costruire, richiesto da una società privata, per realizzare al posto del centro meccanografico un centro commerciale. E lo fa con un’interrogazione rivolta all’assessore all’urbanistica Francesco Castaldo.

Dalla ricostruzione dell’esponente del Partito democratico risulterebbe che il progetto, alla base della richiesta di permesso a costruire, riguarderebbe opere edilizie per la sostituzione di alcune volumetrie e un’edificazione integrativa, avente una consistenza volumetrica pari a circa 70.000 metri cubi, con cambio di destinazione d’uso favorevole a locali commerciali in luogo di uffici. La consigliera dem, pur citando numero di protocollo dell’istanza, chiede all’amministrazione conferma dell’esistenza e della consistenza di questo progetto e se lo stesso sia conforme con il Piano particolareggiato del comparto C2/A del 1978 e successiva variante della sottozona 2 approvata con delibera di Consiglio comunale numero 38 del 10 maggio 2006.

Zuliani, inoltre, chiede di sapere se per l’intervento edilizio proposto siano previste adeguate superfici minime di parcheggio e se il Suap, a cui è pervenuta l’istanza di permesso a costruire, abbia attivato le procedure preliminari, previste dalla normativa regionale, per l’esercizio di una grande struttura di vendita. “Il servizio Edilizia Privata è stato interessato? A quale Servizio del Comune occorre fare riferimento per avere chiarimenti?”, chiede la consigliera. Ma non è finita qui.

Tra una raffica di domande puntuali su volumetrie già espresse all’interno del Ppe, destinazioni d’uso e criteri perequativi, Zuliani chiede di sapere se corrisponda al vero la circostanza in base alla quale per l’istruttoria della pratica in questione, presso il servizio Edilizia Privata, sia stato dato incarico ad un tecnico esterno, ex dipendente del Comune ora in pensione, che avrebbe svolto il lavoro richiesto, presso la stanza del dirigente, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 13.

Attraverso la sua interrogazione, indirizzata oltre che a Castaldo anche al sindaco Damiano Coletta e alla segretaria/direttrice generale nonché responsabile dell’anticorruzione Rosa Iovinella, Zuliani chiede infine copia di alcuni documenti, tra cui le norme tecniche, da inserire in un apposito quadro sinottico per una lettura più chiara.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti