Trofeo Città di Sezze, un evento da dedicare a Daniele Nardi

Daniele Nardi

Prosegue la serie di grandi eventi podistici dell’Uisp di Latina con un premio da dedicare a Daniele Nardi. Domenica 5 maggio alle 9.30 prenderà il via la 18esima edizione del “Trofeo Città di Sezze”, tappa oro del Grande Slam sulla distanza di 10 chilometri. La gara partirà dal Parco dei Cappuccini, oggetto di un recente restyling da parte dell’Associazione “La Macchia”. Il percorso prevede all’inizio un falso piano in salita, poi un giro di circa un chilometro e mezzo nel centro storico e quindi lo spostamento verso la zona della Conca di Suso e di via Variante; nell’allungo conclusivo, infine, ci sarà una lieve pendenza che stando ai riscontri delle precedenti edizioni si rivelerà piuttosto selettiva. Lo scorso anno si impose Diego Papoccia, dell’Amatori Morolo, davanti a Francesco Tescione della Podistica Aprilia e a Davide Di Folco della Polisportiva Ciociara Antonio Fava. Tra le donne la spuntò Maria Casciotti della Podistica Solidarietà, distanziando di circa un minuto Silvia Merola e Patrizia Capasso. Gli organizzatori dell’Atletica Setina hanno previsto anche delle iniziative riservate alle famiglie, con musica, animazione e un ricco ristoro. Per i più piccoli, inoltre, sarà a disposizione un autentico miniclub.

UN EVENTO (E UN PREMIO) DA DEDICARE A DANIELE NARDI

L’Atletica Setina ha vissuto in prima persona la tragedia di Daniele Nardi sul Nanga Parbat. Non solo perché su quella montagna in Pakistan ha perso la vita un concittadino, ma soprattutto perché Daniele era il figlio dello storico presidente della società, Agostino. Il papà è tuttora un tesserato e un podista dell’Atletica Setina, soprattutto per questo il presidente Salvatore Molinari e l’intero direttivo hanno deciso di istituire un premio intitolato alla memoria dell’alpinista originario di Sezze. Lo riceverà l’atleta del posto che arriverà per primo al traguardo. Prima dello start, inoltre, i bambini del paese lanceranno una miriade di palloncini bianchi: sarà un modo suggestivo, colorato e commovente per rivolgere un ulteriore saluto ad un ragazzo rimasto nel cuore di tutti.

IL SOCIALE E LA SOLIDARIETA’ PRIMA DI TUTTO

La gara sarà abbinata ad una passeggiata organizzata dal comitato locale dell’Andos: faranno da apripista, infatti, le ragazze della sezione locale dell’Associazione Donne Operate al Seno. A conferma della grande attenzione per il sociale da sempre evidenziata dagli organizzatori, saranno coinvolti ancora una volta i ragazzi del Centro Diurno Tamantini: spetterà a loro cantare l’Inno di Mameli prima della partenza, oltre al consueto contributo nella logistica e nella cerimonia di premiazione. Da citare anche il prezioso e “gustoso” apporto dei ragazzi della vicina Scuola Alberghiera, presenti negli stand allestiti per il ricco “dopo gara”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti